Il Primo Novecento

I protagonisti della medicina nel corso della prima metà del XX secolo

Eugenie-Louis Doyen, un rivoluzionario della chirurgia

EUGENE-LOUIS DOYEN, UN RIVOLUZIONARIO DELLA CHIRURGIA Eugène-Louis Doyen (16 dicembre 1859 – 21 novembre 1916) è stato un chirurgo ed anatomista francese. Doyen studiò Medicina a Reims e Parigi, e in seguito aprì un istituto medico privato a Parigi che attrasse una clientela benestante. Doyen fu un medico esperto e innovativo che introdusse diverse tecniche… Continua a leggere Eugenie-Louis Doyen, un rivoluzionario della chirurgia

Un grande illustratore medico: Max Brödel

Un grande illustratore medico: Max Brödel Max Brödel (8 giugno 1870 – 26 ottobre 1941) fu un illustratore medico. Nato a Lipsia, in Germania, ha iniziato la sua carriera artistica dopo essersi diplomato all’Accademia di Belle Arti di Lipsia, lavorando per il grande fisiologo Carl Ludwig. Sotto la guida del dr.  Ludwig, Brödel acquisì una… Continua a leggere Un grande illustratore medico: Max Brödel

Annette Smith Burgess, illustratrice oftalmologa

Annette Smith Burgess, illustratrice oftalmologa Annette Smith Burgess (1899-1962), fu un’allieva del grande illustratore Max Brödel (1870-1941) presso la Johns Hopkins University di Baltimora al “Department of Art as Applied to Medicine“. Burgess studiò con Brödel per tre anni, a partire dal 1923, prima di diventare il primo illustratore oftalmico del “Johns Hopkins Wilmer Eye Institute“, posizione… Continua a leggere Annette Smith Burgess, illustratrice oftalmologa

Un pioniere della chirurgia plastica: Archibald McIndoe

UNA LEGGENDA DELLA CHIRURGIA: ARCHIBALD McINDOE Il neozelandese Archibald Hector McIndoe (1900 – 1960) fu un pioniere della chirurgia plastica che lavorò per la RAF (Royal Air Force) durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel 1924 McIndoe ricevette la prima borsa di studio neozelandese presso la Mayo Clinic negli Stati Uniti per studiare l’anatomia patologica. La… Continua a leggere Un pioniere della chirurgia plastica: Archibald McIndoe

Un pioniere della Radiologia: Albers-Schonberg

UN pioniere DELLA RADIOLOGIA: ALBERS-SCHONBERG Heinrich Ernst Albers-Schönberg (1865 – 1921) fu un ginecologo e radiologo tedesco nativo di Amburgo. Egli studiò Medicina presso le Università di Tubinga e Lipsia, dove nel 1891 conseguì la sua laurea sotto la guida di Heinrich Curschmann (1846-1910). Dal 1892 al 1894 esercitò all’Ospedale di Amburgo-Eppendrof, ed in seguito… Continua a leggere Un pioniere della Radiologia: Albers-Schonberg

Una leggenda della chirurgia italiana del novecento: Achille Dogliotti

Una leggenda della chirurgia italiana del novecento: Achille Dogliotti   Achille Dogliotti (1897-1966) nacque e si laureò a Torino nel 1920. Per ampliare le proprie conoscenze, fu più volte all’estero, ove frequentò le più importanti cliniche chirurgiche: nel 1925 e nel 1927 in Francia, a Lione e a Parigi, nel 1929 negli Stati Uniti, nei… Continua a leggere Una leggenda della chirurgia italiana del novecento: Achille Dogliotti

William Halsted, uno dei pionieri della moderna chirurgia

William Halsted, uno dei pionieri della moderna chirurgia   William Stewart Halsted (1852-1922), conseguita la laurea all’Università di New York nel 1878, si trasferì in Europa, prima a Vienna ove ebbe la fortuna di seguire gli insegnamenti di Theodor Billroth il padre della chirurgia gastrica e quindi in Germania. Ritornato in America dopo due anni prestò servizio presso… Continua a leggere William Halsted, uno dei pionieri della moderna chirurgia

Nascita del movimento reazionario contro il progresso scientifico e l’affair del cane marrone

l’affair del cane marrone La questione del cane marrone fu una controversia politica riguardo alla vivisezione che infierì nell’Inghilterra Edwardiana dal 1903 al 1910. Essa riguardò l’infiltrazione delle lezioni della Facoltà di Medicina dell’Università di Londra da parti di attiviste svedesi, innescò lotte tra studenti di medicina, la protezione della polizia della statua del cane,… Continua a leggere Nascita del movimento reazionario contro il progresso scientifico e l’affair del cane marrone