storia della medicina

Vene, arterie e trachea tra gli antichi greci

VENE, ARTERIE E TRACHEA TRA GLI ANTICHI GRECI Il merito di avere scoperto la circolazione va al fisiologo inglese William Harvey che pubblicò il suo “Exercitatio Anatomica de Motu Cordis et Sanguinis in Animalibus” nel 1628. Nel mondo Greco Antico, il panorama storico culturale che più di tutti ha dato un impulso al progresso scientifico… Continua a leggere Vene, arterie e trachea tra gli antichi greci

Monachesimo e Medicina visti dal XVIII secolo

MONACHESIMO E MEDICINA VISTI DAL XVIII SECOLO “I monaci, allevati dietro il modello degli Esseni e dei terapeuti si erano già dati alla pratica di questa scienza, e nel secolo VI la esercitavano di già quasi soli nell’oriente cristiano, come obbligo di pietà e come obbligo del loro stato religioso. Ma per questo motivo appunto trascurarono interamente lo… Continua a leggere Monachesimo e Medicina visti dal XVIII secolo

Come il lavoro di Vesalio affascinò Harvey Cushing

Come il lavoro di Vesalio affascinò Harvey Cushing Il grande neurochirurgo Harvey Cushing (1869-1939), fu un avido collezionista di testi di medicina antichi illustrati oltre che prolifico autore. Egli fu anche un talentuoso artista con l’hobby di studiare le pubblicazioni dell’anatomista rinascimentale Andrea Vesalio (eseguite da Jan Van Calcar, allievo di Tiziano). Gli atlanti vesaliani… Continua a leggere Come il lavoro di Vesalio affascinò Harvey Cushing

Monachesimo al femminile: Ildegarda di Bingen

MONACHESIMO AL FEMMINILE: Ildegarda di Bingen “Anche le monache si dedicarono alla medicina, quale occupazione confacente alla cristiana pietà. Fin dal secolo XII Pietro Abelardo esortò le suore del monastero del Paraclito ad occuparsi della chirurgia. La più celebre fra queste fu Ildegarda (1098-1179) abbadessa del monastero posto sul monte Ruperto presso Bingen. Dalle sue lettere, che… Continua a leggere Monachesimo al femminile: Ildegarda di Bingen

Medicina & Scienza

MEDICINA & SCIENZA “La Medicina ha percorso diverse età nel suo sviluppo; ed è stata ritardataria nel correre la via del progresso, in confronto delle altre scienze. Essa ha assunto un carattere di scienza sperimentale vera e propria dopo che lo ho fatto la filosofia sperimentale (cioè la fisica, la chimica, ecc.). In sostanza, la filosofia sperimentale… Continua a leggere Medicina & Scienza

Halsted e Cushing: un breve aneddoto sull’atteggiamento aperto verso l’apprendimento

HALSTED E CUSHING: UN BREVE ANEDDOTO SULL’ATTEGGIAMENTO APERTO VERSO L’APPRENDIMENTO. «Essendo un nuovo venuto, il primo giorno non mi fu permesso di l’ingresso in sala operatoria nonostante dovesse essere operata una paziente del mio reparto. Quando l’operazione fu terminata, dopo quattro ore di intervento certosino del dottor William Halsted, e la paziente tornò in reparto,… Continua a leggere Halsted e Cushing: un breve aneddoto sull’atteggiamento aperto verso l’apprendimento

John of Gaddesden e la sua Rosa Anglica

JOHN OF GADDESDEN E LA SUA ROSA ANGLICA John of Gaddesden (1280?-1361), medico inglese, tra il 1305 ed il 1307 scrisse un trattato di Medicina che divenne presto famoso, il “Rosa Medicinæ“. Egli scelse il nome, disse, perché la rosa ha cinque petali, così il suo libro ha cinque parti, ed aggiunse che come la… Continua a leggere John of Gaddesden e la sua Rosa Anglica

Medicina Astrale di fine quattrocento

MEDICINA ASTRALE DI FINE QUATTROCENTO Il “Fasciculus Medicinae” è una raccolta di sei trattati medievali. Venne stampato nel 1491. Johannes de Ketham, il medico tedesco solitamente associato a quest’opera non fu né l’autore né il compilatore, ma semplicemente il proprietario di uno dei primi trattati stampati. Gli argomenti del trattato sono l’uroscopia, la ‘medicina astrologica‘,… Continua a leggere Medicina Astrale di fine quattrocento

Sulla tosse convulsiva o coqueluche (o difterite)

SULLA TOSSE CONVULSIVA O COQUELUCHE (O DIFTERITE) “Fra le malattie più diligentemente osservate e riguardate quasi per nuove nel secolo XVI si annovera anche la tosse convulsiva. Nel 1510 ricomparve in Francia accompagnata da cefalee, cardialgie, da lombaggini, da febbre acuta, da delirio, non che da una certa avversione a qualsivoglia cibo animale. Gli atrocissimi dolori di testa… Continua a leggere Sulla tosse convulsiva o coqueluche (o difterite)

Non solo calcoli renali

Non solo calcoli renali Fino al XVI secolo si credeva che i calcoli esistessero unicamente nella vescica urinaria e nei reni. Johannes Kentmann (1518-1574), celebre medico e naturalista di Dresda, fece svanire questa opinione riportando osservazioni sui calcoli che inviò a Corrado Gesnero (Conrad Gesner) attraverso la sua opera “De Calculorum” pubblicata successivamente nel 1565. Esse… Continua a leggere Non solo calcoli renali