Genetica

I Lasker Awards 2018

I Lasker Awards 2018 Il programma Lasker Awards è stato creato nel 1945 da Albert Lasker e la moglie Mary Lasker per dare risalto alle scoperte biologiche fondamentali e ai progressi clinici che migliorano la salute umana e per attirare l’attenzione sull’importanza del sostegno pubblico della scienza. I premi Lasker riconoscono il contributo di ricercatori, scienziati… Continua a leggere I Lasker Awards 2018

Friedrich Miescher scopre il DNA

PRIMO PEZZO DI UN PUZZLE GENETICO: MIESCHER SCOPRE IL DNA Anche se in pochi lo sanno, il 1869 è stato un anno cruciale nella ricerca genetica, perché è stato l’anno in cui il biochimico svizzero Friedrich Miescher (1844-1895) ha identificato per primo quella che lui chiamò la “Nucleina“, all’interno dei nuclei di globuli bianchi umani. … Continua a leggere Friedrich Miescher scopre il DNA

Le indagini di Phoebus Levene sulla struttura del DNA

GETTANDO LE BASI DELLA GENETICA: LEVENE INDAGA LA STRUTTURA DEL DNA Durante il corso della storia, quando il nome del biologo svizzero Johan Friedrich Miescher — (Basilea, 13 agosto 1844 – Davos, 26 agosto 1895), colui che aveva isolata per la prima volta gli acidi nucleici — sembrava caduto nel dimenticatoio da parte del ventesimo secolo, altri scienziati hanno… Continua a leggere Le indagini di Phoebus Levene sulla struttura del DNA

Erwin Chargaff e le sue ‘regole’

SI RAFFORZANO LE FONDAMENTA DELLA GENETICA: CHARGAFF CONCEPISCE LE SUE “REGOLE” Erwin Chargaff (1905-2002) è stato tra i pochi scienziati che hanno saputo sviluppare il lavoro di Phoebus Aaron Theodore Levene (Sagor, 25 febbraio 1869 – New York, 6 settembre 1940), avendo scoperto ulteriori dettagli della struttura del DNA, quindi aprendo ulteriormente la via al lavoro di… Continua a leggere Erwin Chargaff e le sue ‘regole’

Watson e Crick propongono il modello del DNA a doppia elica

METTENDO INSIEME LE EVIDENZE: WATSON E CRICK PROPONGONO IL MODELLO DEL DNA A DOPPIA ELICA (1953) La scoperta di Erwin Chargaff (Czernowitz, 11 agosto 1905 – New York, 20 giugno 2002) secondo cui A = T e C = G, combinata con il fondamentale lavoro di cristallografia a raggi X eseguito da parte dei ricercatori inglesi Rosalind Franklin (1920-1958, vedi foto) e Maurice… Continua a leggere Watson e Crick propongono il modello del DNA a doppia elica

Rosalind Franklin, la foto 51 e quel Nobel ‘scippato’

ROSALIND Franklin , LA FOTO 51, E QUEL NOBEL ‘SCIPPATO’ Nasceva a Londra, 98 anni fa, il 25 luglio 1920, Rosalind Elise Franklin, chimica, fisica e cristallografa inglese di origini ebraiche, ma anche professoressa universitaria biofisica, biochimica e biologa molecolare, eroina per tanto tempo (volutamente?) dimenticata nella scoperta della struttura a doppia elica del DNA,… Continua a leggere Rosalind Franklin, la foto 51 e quel Nobel ‘scippato’

Il padre della Mitosi: Walther Flemming

IL PADRE DELLA ‘MITOSI’: WALTHER FLEMMING I metodi che l’istologo tedesco Walther Flemming (1843-1905) aveva sviluppato gli hanno permesso di riconoscere l’impalcatura fibrosa del nucleo, che poteva essere facilmente colorata ed è stata quindi chiamata “cromatina“. Altre strutture, invece, rimanevano non colorabili e vennero quindi chiamate “acromatina”. I risultati dei suoi lavori condussero, nel 1882,… Continua a leggere Il padre della Mitosi: Walther Flemming

Breve storia della Sindrome di Kartagener

MALATTIE GENETICHE: BREVE STORIA DELLA “SINDROME DI KARTAGENER” La “discinesia ciliare primaria” comprende uno spettro di patologie a trasmissione mendeliana, dovute ad alterazioni della struttura e/o della funzione delle ciglia mobili di diversi tessuti. Essa può interessare in primo luogo le ciglia degli epiteliociti della mucosa respiratoria con conseguente difetto del trasporto mucociliare. Ciò causa… Continua a leggere Breve storia della Sindrome di Kartagener

Una vita per l’embriologia: Hans Spemann

UNA VITA PER L’EMBRIOLOGIA: Hans Spemann  Il tedesco Hans Spemann (1869-1941) condusse importanti osservazioni nel campo della embriologia, approfondendo la conoscenza dello sviluppo del cristallino negli anfibi, stabilendo che esso deriva dall’ectoderma. Spemann stabilì che lo stimolo che determina la trasformazione dall’ectoderma in cristallino deriva dall’estroflessione cerebrale. Nel 1918 Spermann dimostrò che, inserendo un pezzetto di… Continua a leggere Una vita per l’embriologia: Hans Spemann