Fisiologia

Il preparato cuore polmone di Newell Martin

IL PREPARATO CUORE-POLMONE DI NEWELL MARTIN: UN GRANDE CONTRIBUTO DELLA FISIOLOGIA AL PROGRESSO DELLA MEDICINA. Agli inizi degli anni ottanta dell’Ottocento, il fisiologo H. Newell Martin (1848-1896), professore di Fisiologia nell’Università statunitense Johns Hopkins, si accorse che il cuore era un organo più ‘robusto’ di quanto i medici di tutto il mondo avevano creduto nei… Continua a leggere Il preparato cuore polmone di Newell Martin

I bizzarri pubblici esperimenti di Giovanni Aldini

I BIZZARRI ESPERIMENTI PUBBLICI DI GIOVANNI ALDINI CON IL GALVANISMO   Il grande Luigi Galvani (1737-1798) è ricordato principalmente per i suoi studi su quella che definì “elettricità animale”, e per i suoi esperimenti sulle rane: nel 1780, facendo passare una corrente elettrica attraverso i nervi di alcune rane sezionate, osservò contrazioni muscolari e movimenti… Continua a leggere I bizzarri pubblici esperimenti di Giovanni Aldini

Un prete fisiologo: Stephen Hales

UN PRETE FISIOLOGO: STEPHEN HALES Stephen Hales nacque il 17 settembre 1677 nel villaggio di Bekesbourne, nel Kent. Egli era l’ultimo di sei figli. Dopo una lunga e produttiva vita morì nel 1761. Hales venne iscritto al Corpus Christi College di Cambridge dove studiò teologia in preparazione per la sua vocazione come prete anglicano. Il Corpus Christi era… Continua a leggere Un prete fisiologo: Stephen Hales

Marey ed il “riduzionismo”

Il “RIDUZIONISMO” ed il METODO GRAFICO hanno cambiato il corso della medicina moderna “La scienza incontra due ostacoli, l’inadeguatezza dei nostri sensi a svelare i fatti e l’insufficienza del nostro linguaggio nel descriverli. L’oggetto dei metodi grafici è superare questi due ostacoli; afferrare i dettagli più fini che passerebbero altrimenti inosservati, e trascriverli con una… Continua a leggere Marey ed il “riduzionismo”

L’esperimento di Starling

L’esperimento di ERNEST HENRY Starling (1914) sul cuore canino: Descrizione: Il sangue entra nell’atrio destro da un reservoir, e la quantità viene controllata attraverso una “pinch-clamp”. Dei manometri situati in posizioni strategiche misuravano le varie pressioni. La gittata cardiaca veniva misurata sul punto X utilizzando un cilindro graduato. La resistenza al flusso era controllata variando… Continua a leggere L’esperimento di Starling

Sergei S. Brukhonenko e la circolazione extracorporea

Sergei S. Brukhonenko (1890-1960) e circolazione extracorporea Il fisiologo sovietico Sergei S. Brukhonenko (Bryukhonenko) il 1/11/1926 condusse il primo esperimento di circolazione extracorporea sul cane utilizzando come ossigenatore un polmone animale e in data il 15/12/1934 brevettò il suo apparecchio con il codice USSR patent N° 35976. Le cronache dell’epoca raccontano la meraviglia dei molti visitatori del… Continua a leggere Sergei S. Brukhonenko e la circolazione extracorporea

Otto Frank e la tensione del muscolo cardiaco

Otto Frank e la tensione del muscolo cardiaco Otto Frank (1865-1944), un allievo di Carl Ludwig, fu colui che presentò una sintesi dei fattori coinvolti nella contrazione atriale e ventricolare. Egli aveva lo stesso background in fisica e matematica del suo mentore e perciò era ben preparato a sopportare tale lavoro. La maggior parte degli… Continua a leggere Otto Frank e la tensione del muscolo cardiaco

L’Autojektor

Autojektor Il russo Sergei Brukhonenko (1890-1960) è ricordato principalmente per il suo sviluppo del “autojektor”, una primitiva macchina cuore-polmone. Lo strumento fu usato con risultati altalenanti in una serie di esperimenti con cani alla fine degli anni trenta del novecento.