embriologia

Il grande atlante della malattie cardiache congenite di Maude Abbott

IL GRANDE ATLANTE DELLE MALATTIE CARDIACHE CONGENITE DI MAUDE ABBOTT La canadese Maude Abbott (1869-1940), allieva del grande medico William Osler, produsse nel 1936 il suo libro più importante, ‘Atlas of Congenital Cardiac Disease‘, uno delle opere fondamentali della cardiologia moderna. L’atlante esaminava i 1000 casi studiati personalmente da lei ed includeva un’analisi dello sviluppo… Continua a leggere Il grande atlante della malattie cardiache congenite di Maude Abbott

Samuel Thomas von Sömmerring, uno scienziato poliedrico

Samuel Thomas von Sömmerring, uno scienziato poliedrico Samuel Thomas von Sömmerring (Toruń, 28 gennaio 1755 – Francoforte sul Meno, 2 marzo 1830) è stato un medico, anatomista, antropologo, paleontologo ed inventore tedesco. Egli è lo scopritore della macula retinica dell’occhio umano. I suoi studi sul cervello e il sistema nervoso, sugli organi di senso, sugli embrioni e le loro malformazioni, sulla struttura del polmone e su molte altre caratteristiche del corpo umano, lo… Continua a leggere Samuel Thomas von Sömmerring, uno scienziato poliedrico

Uno dei padri dell’embriologia: Giulio Cesare Aranzio

UNO DEI PADRI DELL’EMBRIOLOGIA: Giulio Cesare Aranzio Giulio Cesare Aranzio nacque a Bologna, probabilmente nel 1530, e si adottorò, il 20 maggio 1556 in Filosofia e Medicina presso lo Studio petroniano, dove era stato allievo del chirurgo Bartolomeo Maggi, archiatra del pontefice Giulio III e suo zio materno. L’opera dell’Aranzio viene a inserirsi nella fioritura… Continua a leggere Uno dei padri dell’embriologia: Giulio Cesare Aranzio

Un pioniere della chimica e della fisiologia: John Mayow

Un pioniere della chimica e della fisiologia: John Mayow   John Mayow (1641-1679) fu un chimico, medico e  fisiologo che è ricordato oggi per aver condotto ricerche iniziali sulla respirazione e sulla natura dell’aria. Mayow lavorava in un campo che venne chiamato “chimica pneumatica“.  Egli si laureò in legge (baccalaureato 1665, dottorato 1670), ma fece… Continua a leggere Un pioniere della chimica e della fisiologia: John Mayow

Una vita per l’embriologia: Hans Spemann

UNA VITA PER L’EMBRIOLOGIA: Hans Spemann  Il tedesco Hans Spemann (1869-1941) condusse importanti osservazioni nel campo della embriologia, approfondendo la conoscenza dello sviluppo del cristallino negli anfibi, stabilendo che esso deriva dall’ectoderma. Spemann stabilì che lo stimolo che determina la trasformazione dall’ectoderma in cristallino deriva dall’estroflessione cerebrale. Nel 1918 Spermann dimostrò che, inserendo un pezzetto di… Continua a leggere Una vita per l’embriologia: Hans Spemann

Aristotele ed il colore dello sperma degli Etiopi

UNA QUESTIONE BIOLOGICA TRA GLI ANTICHI GRECI. DI CHE COLORE E’ LO SPERMA DEI  NERI?  “Ed Erodoto non dice il vero affermando che lo sperma degli etiopi è nero, come se fosse necessario che tutte le parti di coloro che hanno la pelle nera fossero nere, e questo pur vedendo che anche i loro denti… Continua a leggere Aristotele ed il colore dello sperma degli Etiopi

L’anatomia del corpo umano di Govard Bidloo

L’ANATOMIA DEL CORPO UMANO DI GOVARD BIDLOO   Il testo di Govard Bidloo (1649-1713), anatomista e drammaturgo olandese allievo del grande Frederik Ruysch, fu il primo atlante anatomico ad essere pubblicato su larga scala dai tempi del “De Humani Corporis Fabrica” di Vesalio (1543 e 1545). Mentre le immagini di Vesalio erano delle xilografie, quelle… Continua a leggere L’anatomia del corpo umano di Govard Bidloo

Polidattilia: un record particolare

Polidattilia: UN RECORD PARTICOLARE.   La polidattilia (dal greco antico πολύς polys “molto” + δάκτυλος daktylos “dito”), anche conosciuta come iperdattilia, è un’anomalia genetica, nella quale le mani o i piedi dei soggetti affetti presentano un eccesso di dita rispetto alla normale conformazione. Akshat Saxena, un bambino indiano nato nel 2010, alla nascita aveva 34… Continua a leggere Polidattilia: un record particolare

Anomalie congenite cardiache 

È comunemente accettato il fatto che Aristotele sia stato il primo embriologo. Il punctum saliens, le vene vitelline ed allantoidee furono descritte da lui. La prima descrizione di destrocardia è attribuita ad Alessandro Benedetti, di Padova (1460-1525). Hieronymus Fabricius (1537-1619) amplificò il lavoro di Aristotele con i suoi studi sullo sviluppo dei pulcini nell’uovo. Giulio Aranzio (1530-1619) scoprì il dotto arterioso del feto. La… Continua a leggere Anomalie congenite cardiache