Aristotele ed il colore dello sperma degli Etiopi

UNA QUESTIONE BIOLOGICA TRA GLI ANTICHI GRECI. DI CHE COLORE E’ LO SPERMA DEI  NERI?

 “Ed Erodoto non dice il vero affermando che lo sperma degli etiopi è nero, come se fosse necessario che tutte le parti di coloro che hanno la pelle nera fossero nere, e questo pur vedendo che anche i loro denti sono bianchi. La causa della bianchezza dello sperma è che il liquido seminale è una schiuma, e la schiuma è bianca”.

Provate a sgombrare dalla vostra testa le immagini di una storia millenaria e ritornare all’epoca di Aristotele (IV secolo ac) . La grandezza (e la limitatezza) di Aristotele sta nell’aver costruito gli strumenti della logica e nel cercare di averla applicata alla scienza del suo tempo. Le immagini, apparentemente lontane tra loro, provano a legare le parole Aristotele al ragionamento di Erodoto.
Provate ad immaginare il grande filosofo greco, ‘il maestro di coloro che sanno’, come lo definiva Dante Alighieri, che va in giro a cercare persone dalla pelle nera (gli etiopi) e scrutarne lo “sgorgare” dello sperma al fine di dimostrare il valore delle sue teorie, fondamenti per un’amante dell’embriogenesi qual’era Aristotele.


La teoria emogenetica viene sviluppata da Aristotele per mezzo di un chiarimento del concetto di residuo.
Si può definire residuo tutto ciò che in un processo di trasformazione rimane inutilizzato. Ogni processo di trasformazione deve avere un residuo, perchè altrimenti non si avrebbe trasformazione (cioè un rifiuto dell’eccedenza). Aristotele distingue tra residui utili e inutili, cioè tra residui che possono essere riutilizzati in altre funzioni o residui che vengono espulsi.
Non solo, per Aristotele lo sperma è un residuo utile, ma rappresenta l’ultimo stadio di trasformazione dell’alimento, lo stadio successivo al sangue, dal quale lo sperma si origina per cozione nei testicoli durante il coito (o anche prima).
Lo sperma si compone di pneuma ed acqua, viene emesso compatto e bianco, e anziché solidificarsi al freddo si liquefa e perde il proprio colore (contrariamente agli altri liquidi che non hanno un pneuma interno). La causa della bianchezza dello sperma è che il liquido seminale è una schiuma.


[la teoria del colore dello sperma negli uomini è espressa nell’opera di Aristotele “De generazione animalium”]

Per approfondimenti vai alla pagina del dott. Concetto De Luca di www.academia.edu “Aristotele – Opere Biologiche”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *