I diorami dello Science Museum: la prima anestesia generale

I DIORAMI DELLO “SCIENCE MUSEUM” DI LONDRA: LA PRIMA ANESTESIA GENERALE

Il diorama, basato su un dagherrotipo originale della scena, mostra il dott. John Collins Warren (1778-1856) nell’esecuzione della prima operazione chirurgica eseguita con un anestetico generale presso l’Ospedale del Massachusetts a Boston il 16 ottobre 1846.
Il dottor Thomas Morton (1819-1868), un pioniere nel campo dell’anestesiologia, somministra l’anestetico – l’etere solforico – e può essere visto all’estremità del tavolo mentre tiene una fiaschetta vicino al viso del paziente. In quell’operazione, Warren rimosse con successo un tumore dal collo del paziente, Gilbert Abbot.


vedi:

John Collins Warren

Riproduzione del primo intervento con l’utilizzo dell’etere.

Figlio di John Warren, professore di Medicina ad Harvard, John Collins Warren consegue la laurea nel 1799 e prosegue i suoi studi a Parigi e Londra ove lavora con Astley Cooper.

Tornato in patria fa da assistente al padre aiutandolo nell’attività didattica e chirurgica e dedicandosi con passione anche agli studi di anatomia. Nel 1809 diventa professore associato di anatomia e chirurgia e alla morte del padre nel 1815 gli subentra in cattedra. È uno dei membri fondatori del “Massachusetts General Hospital” di Boston ove lavorò come chirurgo raccogliendo migliaia di reperti anatomici e patologici che furono donati nel 1847 ad Harvard costituendo la base del Museo che prende il suo nome.


i primi interventi sotto anestesia

John Collins Warren (Boston, 1º agosto 1778 – Boston, 4 maggio 1856) fotografato con un cranio in mano all’incirca nel 1850.

Il 20 gennaio 1845 egli mise l’anfiteatro in cui era solito operare a disposizione di un dentista, Horace Wells (1815-1848) che aveva chiesto di poter dimostrare con un esperimento alcune proprietà di un gas, il protossido d’azoto, conosciuto all’epoca come gas esilarante e che, a suo dire, avrebbe abolito nei pazienti la sensibilità al dolore. Wells che, con successo aveva fatto già numerosi esperimenti su sé stesso e su altre persone, estrasse un dente ad uno studente dopo avergli fatto inalare il protossido d’azoto. In quella circostanza tuttavia l’esperimento non riuscì.

Il 16 ottobre 1846 William Thomas Green Morton (9 agosto 1819 – 15 luglio 1868) fece inalare all’ultimo dei tre pazienti che operò i vapori sprigionati da una bottiglia nella quale era stata introdotta una spugna imbevuta di etere e Warren iniziò l’intervento di asportazione di un tumore. I cronisti testimoni dell’evento raccontarono della tranquillità del paziente, dell’intervento portato a termine in pochi minuti e del commento finale di Warren: “Gentlemen, this is no Humbug“, (Signori qui non c’è imbroglio). Questo intervento segnava la nascita dell’anestesia. Quella giornata fu immortalata dai dagherrotipi del famoso studio “Southworth & Hawes“.


vedi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *