Il dottor Gross e la prima ligatura del dotto arterioso pervio

UNO DEI PRIMI GRANDI SUCCESSI DELLA CHIRURGIA VASCOLARE: LA CHIUSURA DEL DOTTO ARTERIOSO DI BOTALLO PERVIO.

Dotto arterioso (di Botallo) pervio: si può osservare la comunicazione tra l’arco aortico e l’arteria polmonare.

Il dotto arterioso pervio (PDA) è una persistenza della connessione fetale (dotto arterioso di Botallo) tra aorta e arteria polmonare dopo la nascita, risultando in uno shunt sinistro-destro. I sintomi possono comprendere mancato accrescimento, scarsa alimentazione, tachicardia, tachipnea. È frequente un soffio continuo al limite superiore sinistro dello sterno. 

Il primo intervento di chiusura di PDA avvenne il 26 agosto 1938 presso la Clinica Chirurgica Pediatrica di Boston su una bambina di 8 anni di nome Lorraine Sweeney. Il chirurgo che eseguì l’intervento era un giovane specialista di 33 anni, il dr Robert Gross (1905-1988) che eseguì questa procedura in sfida al suo maestro, il dr William Ladd

La bambina, nata nel 1930 e figlia di immigrati irlandesi, era cresciuta fragile e debole e sembrava soffrire di uno strano ronzio che proveniva dal torace. Ovviamente a quei tempi tempi non esistevano le tecniche diagnostiche avanzate di oggi (angiotc, ecocardiogramma, ecc,), ma i medici sospettarono che la bambina fosse affetta da malattia cardiaca congenita e che tale difetto fosse praticamente inoperabile.


il dr Gross e Lorraine Sweeney

La foto del 1963 mostra il dr Gross che indica alla sig.ra Lorraine Sweeney l’intervento che aveva eseguito su di lei 25 anni prima.

I genitori fecero visitare la bambina anche al dr Gross, che diagnosticò un PDA e propose di provare di intervenire chirurgicamente dal momento che l’aspettativa di vita per questa patologia non superava l’adolescenza.
Il primario di Gross, il dr Ladd, come detto proibì tale intervento nella sua clinica, ma quando egli si recò in vacanza in quell’agosto del 1938, il dr Gross decise di procedere comunque sulla sua strada.
La mattina del 26, nella sala operatoria del “Children’s Hospital” di Boston, l’operazione iniziò con un’incisione sul terzo spazio intercostale di sinistra e retrazione verso l’alto della costa, dopo che la bambina era stata anestetizzata con ciclopropano e respirava autonomamente. Il polmone di sinistra venne collassato rivelando il PDA lungo 5 mm e largo 8 mm. Il dr Gross percepì un fremito sull’arteria polmonare e, posto un fonendoscopio sterile sul PDA, ascoltò un forte soffio in questa sede.
Il chirurgo, a questo punto, avvolse stringendo il PDA con filo di seta ed eseguendo una legatura, e poi aspettò un pò. La pressione arteriosa nel frattempo salì da 115 a 130 mmHg di massima ed il fremito sopra il cuore scomparve.
La bambina venne dimessa dall’Ospedale due settimane dopo l’intervento. Lorraine ha festeggiato nel 2010 gli 80 anni insieme ai suoi tre nipoti.


tratto da:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *