William Edwards Ladd, un pioniere della chirurgia pediatrica

William Edwards Ladd, un pioniere della chirurgia pediatrica

William Edwards Ladd (8 settembre 1880 – 15 aprile 1967)

William Edwards Ladd è stato un chirurgo americano ed è comunemente considerato uno dei fondatori della chirurgia pediatrica.

Egli studiò alla “Hopkinson’s School for Boys“, Boston, e si è laureato alla “Harvard Medical School” nel 1906. Nel 1912 fu nominato assistente chirurgo presso la Harvard Medical School. Ladd cominciò la sua carriera di chirurgo pediatrico dopo la devastante esplosione di Halifax. L’esplosione di Halifax avvenne il 6 dicembre 1917 quando la nave francese Mont Blanc, che trasportava più di duemila tonnellate di esplosivi destinati ad uso bellico, si scontrò nel porto di Halifax con la nave mercantile norvegese Imo. Dall’incidente scaturì dapprima un incendio che coinvolse la Mont Blanc e alcune strutture del porto; in seguito l’intero carico della nave esplose in un sol colpo, producendo una potenza esplosiva stimata in circa 3 chilotoni, radendo al suolo qualsiasi struttura compresa nel raggio di 1,6 chilometri e uccidendo circa 2000 persone. Si stimò che circa 9000 persone rimasero ferite. Il giorno dopo, mentre una bufera di neve colpiva la città devastata, cominciarono ad arrivare aiuti e soccorsi, in particolare dalla città di Boston. Tra i numerosi soccorritori che intervennero per curare i feriti e per permettere ai sopravvissuti di avere alloggi sicuri, pasti caldi e assistenza medico-chirurgica, vi era anche William E. Ladd, che curò numerose persone ferite, tra cui centinaia di bambini, ustionati e feriti a causa dell’esplosione.


inizio della carriera di chirurgo pediatrico

Nube formatasi dopo l’esplosione di Halifax.

Le esperienze di Ladd ad Halifax ebbero un profondo effetto su di lui e, dopo essere tornato a Boston, Ladd dedicò interamente alle cure chirurgiche di neonati e bambini.

Il dottor Ladd era angosciato dalla qualità delle cure chirurgiche offerte a questi piccoli pazienti ed era determinato a migliorarlo. Con meticolosa attenzione ai dettagli, iniziò a tenere una documentazione medica accurata che includeva segni e sintomi, la procedura chirurgica e gli esiti. Egli ha sviluppato politiche e metodi uniformi di cura per ogni malattia chirurgica. Il dottor Ladd ha trascorso innumerevoli ore nel dipartimento di patologia studiando campioni microscopici e macroscopici; usando tutte le informazioni che ha raccolto, ha costantemente evoluto nuove procedure e metodi di cura.

Così riporta il libro “Nursing Care of the Pediatric Surgical Patient“.

Ladd divenne Surgeon-in-Chief presso il “Boston Children’s Hospital” nel 1927, e iniziò a stabilire il primo programma di addestramento chirurgico pediatrico.


un maestro di chirurgia pediatrica

Una pagina del “Abdominal Surgery of Infancy and Childhood” di Gross e Ladd.

Nel 1941, con il suo associato Robert E. Gross, è stato coautore del primo manuale di chirurgia pediatrica americana moderna, “Abdominal Surgery of Infancy and Childhood” (Chirurgia addominale dell’infanzia e della pubertà). La loro fu nel complesso un’opera enorme ed esaustiva di 1000 pagine (inizialmente di 455 pagine) che ospita 1488 illustrazioni su 567 figure. Il lavoro di Gross e Ladd fu una delle prime grandi imprese in materia di chirurgia pediatrica, e divenne rapidamente un volume molto richiesto.

Ladd si ritirò nel 1947 e la sua posizione presso l’ospedale pediatrico di Boston fu assunta da Gross.
I consistenti contributi di Ladd alla ricerca clinica nelle malattie dei bambini lo portarono a pubblicare il suo primo articolo intitolato “Trattamento dell’intussuscezione nei bambini” già nel 1911.


il lavoro di ladd

Un caso di ostruzione e dilatazione del duodeno riporatato nell’articolo di Ladd “Congenital Obstructionof the Duodenum in Children”.

Egli si concentrò anche sulla stenosi pilorica, una condizione comune per cui riteneva giustificato un intervento precoce.
Nel febbraio del 1932, Ladd pubblicò un articolo sul New England Journal of Medicine intitolato “Ostruzione congenita del duodeno nei bambini“. Sebbene tali casi fossero stati descritti in precedenza, questa condizione era spesso trascurata dai medici. Nel suo articolo, Ladd descrisse la causa embriologica della malattia, attribuendola ad una rotazione incompleta dell’intestino, che portava all’adesione dell’intestino cieco alla parete addominale posteriore da parte di “adesioni mesenteriche“, con conseguente ostruzione duodenale. Queste adesioni furono successivamente denominate “bande di Ladd“.


la procedura di ladd

Procedura di Ladd (https://meetings.ami.org/2017/project/h-2-2-3-2/)

Nell’ottobre del 1936, Ladd diede seguito ad un altro articolo intitolato “Malattie chirurgiche del tratto alimentare nei neonati” che introduceva il suo metodo di correzione chirurgica della malrotazione intestinale, che si rivelò efficace durante il suo periodo all’Ospedale Pediatrico di Boston. Prima dell’introduzione della sua procedura, c’erano stati solo 15 recuperi operatori su 349 articoli in letteratura e i tassi di mortalità dei pazienti non operati erano del 100%.

Ladd salvò la vita di 16 su 21 pazienti con l’uso della sua procedura operatoria. La ”procedura di Ladd”, come fu chiamata in suo onore, oggi comporta la divisione chirurgica delle bande di Ladd, l’allargamento del mesentere dell’intestino tenue, l’esecuzione di un’appendicectomia e il posizionamento del cieco e del colon a sinistra, ripristinando un precedente stato di sviluppo embriologico.


vedi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *