Breve cronistoria del vaccino ad RNA messaggero

BREVE CRONISTORIA DEL VACCINO AD RNA MESSAGGERO


🟢 Questo mese di dicembre 2020 potrebbe diventare lo spartiacque storico nella lotta alla pandemia da Covid-19; infatti in questi giorni è stato approvato il primo vaccino contro il virus della sars-cov-2 e, molto probabilmente, domani la Food and Drug Administation darà il via libera al secondo vaccino anti-covid.
Entrambi i vaccini, quelli della “Pfizer-Biontech” e dell’azienda farmaceutica statunitense “Moderna“, sfruttano la tecnologia dell’RNA messaggero. Eccone una breve timeline:

CRONISTORIA (1)

Curve di distribuzione cumulative di casi di Covid-19 dopo somministrazione di placebo e vaccino mRNA-1273 della compagnia farmaceutica “Moderna” nello studio preliminare alla richiesta di approvazione per uso emergenziale.
👉 Gli acidi nucleici furono scoperti nel 1868 da Friedrich Miescher, che chiamò il materiale “nucleina” poiché fu trovato nel nucleo.
👉 Tra gli anni quaranta e cinquanta del novecento si sviluppa e conferma la teoria che l’RNA (Acido Ribonucleico) prodotta dal DNA che codifica per la sintesi delle proteine.
Questo è il ‘dogma centrale della biologia molecolare‘ espresso da Francis Crick.
👉 Nel maggio del 1961, due articoli pubblicati sulla prestigiosa rivista ‘Nature‘ annunciano la scoperta dell’RNA messaggero.

👉 1989: uso di nanoparticelle lipidiche per trasportare l’RNA messaggero nelle cellule.


CRONISTORIA (2)

Katalin Karikò è nata il 17gennaio 1955 a Szolnok, in Ungheria.

👉 1990: l’RNA iniettato nel muscolo riesce a causare la sintesi locale di una proteina. Una pioniera nello sviluppo di terapie proteiche basate sull’RNA messaggero è stata la biochimica ungherese-statunitense Katalin Karikó (nata il 17 gennaio 1955).

👉 Nella seconda metà degli anni novanta si riesce a dimostrare che i vaccini ad RNA messaggero sono in grado di indurre risposta immunitaria.

👉 2003-2012: studi per generare un vaccino contro due nuove gravi malattie da coronavirus (SARS e MERS) identificano nella ‘proteina spike‘ un buon bersaglio per gli anticorpi protettivi.


CRONISTORIA (3)

Derrick J. Rossi è nato il 5febbraio 1966.

👉 Nel 2010, il biologo canadese Derrick J. Rossi (nato nel 1966) ha fondato, con Robert Langer, la compagnia farmaceutica biotech “Moderna” incentrata sull’mRNA come elemento potenziale nello sviluppo di vaccini.

👉 BioNTech è stata fondata nel 2008 in Germania sulla base delle ricerca dei coniugi turco-tedeschi Uğur Şahin (nato il 19settembre 1965) ed Özlem Türeci (nata nel 1967).
👉 Fino al 2020, queste aziende biotecnologiche di mRNA hanno avuto scarsi risultati nel testare i farmaci mRNA per malattie cardiovascolari, metaboliche e renali, target selezionati per il cancro e malattie rare.

👉Vaccini a mRNA per uso umano sono stati sviluppati e testati per diverse malattie infettive come rabbia, zika, citomegalovirus e influenza, sebbene nessuno di questi sia stato ancora adottato per un uso diffuso.


CRONISTORIA (4)

Özlem Türeci ed il marito Uğur Şahin (a destra).

👉 In questo ultimo decennio le compagnie biotech specializzate sulla tecnologia dell’RNA messaggero hanno affrontato molti fallimenti nelle terapie cardiovascolari, oncologiche e delle malattie rare, a causa degli elevati effetti collaterali nelle somministrazioni a lungo termine dei loro prodotti. Mentre alcune di esse hanno abbandonato la ricerca, altre hanno investito nel settore dei vaccini, proprio per il ridotto dosaggio farmacologico.


CRONISTORIA (5)

👉 Con il 2020 e la pandemia da covid, cambia la storia per Moderna e Biontech: Dopo aver isolato il virus dai pazienti, il 10 gennaio gli scienziati cinesi hanno pubblicato online la sua sequenza genetica. Poiché le aziende che lavorano con l’RNA messaggero non hanno bisogno del virus stesso per creare un vaccino, ma solo un computer che dice agli scienziati quali sostanze chimiche mettere insieme e in quale ordine, i ricercatori di Moderna, BioNTech e altre aziende hanno iniziato a lavorare sul sars-cov-2.

👉 Il 18 maggio 2020 “Moderna ha emesso” un comunicato stampa in cui affermava di aver ottenuto “dati clinici provvisori positivi” e che il suo vaccino aveva generato anticorpi neutralizzanti nei primi otto volontari nella fase iniziale dello studio.


CRONISTORIA (6)

Quartier Generale della Biontech a Mainz, in Germania.

👉Nel frattempo, alla Biontech, anche Sahin aveva compreso le potenzialità della tecnologia ad RNA messaggero nello sviluppo di un vaccino anti-covid e della necessità di avere una partnership forte. A marzo 2020, Sahin chiama la scienziata Kathrin Jansen (nata in Germania nel 1958), il massimo esperto di vaccini della Pfizer.

👉 Pfizer inizia i suoi studi in fase avanzata il 27 luglio 2020, lo stesso giorno di Moderna, con i primi volontari che hanno ricevuto le iniezioni del vaccino presso l’Università di Rochester.

👉Il 2 dicembre 2020, sette giorni dopo la sua ultima prova di otto settimane, l’MHRA (Medicines and Healthcare products Regulatory Agency) del Regno Unito è diventato il primo ente regolatore mondiale dei medicinali nella storia ad approvare un vaccino mRNA, concedendo “l’autorizzazione di emergenza” per il vaccino contro il Covid-19 della “BioNTech / Pfizer” per uso diffuso.


RIFERIMENTI:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *