Una profezia divina

UNA PROFEZIA DIVINA

Frontespizio opera omnia di Galeno (Venezia, 1565)

Nikos, il padre del grande medico Claudio Galeno (130-200 dc circa) era un architetto. Egli lavorò alla costruzione di un asklepieion nella sua città di Pergamo, in Asia Minore.
Gli asclepiei erano delle istituzioni che nell’antichità classica svolgevano la doppia funzione di ospedale e tempio. I pazienti si recavano per curare le malattie da cui erano afflitti e giacevano al loro interno fino a che un sogno rivelatore non gli comunicava la causa e la terapia del loro male. Questi ‘santuari‘ erano ovviamente gestiti da figure che erano una via di mezzo tra il sacerdote ed il medico, e che secondo tradizione, prima dell’istituzione del giuramento di Ippocrate, erano provenienti per linea diretta dallo stesso Dio della Medicina.

Alla fine della loro permanenza nell’asclepeion i malati lasciavano come ringraziamenti degli ex-voto di varie fogge che rappresentavano la malattia da cui erano guariti.


IL SOGNO DI NIKOS

Esculapio compare in sogno a Nikos, il padre di Galeno.

Galeno era solito raccontare che durante la costruzione di tale edificio, un giorno il Dio Esculapio (Asclepio per i greci) comparve in sogno al padre e gli preannunciò che suo figlio sarebbe diventato il più grande medico di sempre. Nel commentare questo aneddoto pare che Galeno fosse solito affermare, con la ‘modestia‘ che lo contraddistingueva, che la profezia si era realmente avverata.
Il sogno nell’antichità era reputato un fenomeno di origine divina. Lo stesso Aristotele, il quale sosteneva che ogni fenomeno naturale doveva avere necessariamente una spiegazione razionale, giustificava la causa dei sogni in un’entità divina dal momento che non ne intravedeva di nessun altro genere o finalità.
I sogno premonitore di Nikos fu descritto graficamente nel frontespizio della grande ‘Opera Omnia‘ di Galeno pubblicata in lingua latina a Venezia nella metà del XVI secolo.


RIFERIMENTI:
  • GALENI Omnia quae extant opera“; (Quarta Edizione MDLXV)
  • Opere Scelte di Galeno” di I. Garofalo e Mario Vegetti; UTET editore, 1978

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.