Il barone Guillame Dupuytren, il ‘chirurgo tuttofare’

IL BARONE GUILLAME DUPUYTREN, IL ‘CHIRURGO TUTTOFARE’

Nell’immagine, il dr Guillame Dupuytren mentre opera una paziente di cataratta https://wellcomeimages.org/indexplus/obf_images/ee/63/62f852351878f73901c842a0c4f2.jpg

Il barone Guillame Dupuytren (1777-1835) fu un anatomista francese e chirurgo militare. Nonostante avesse guadagnato molta stima per il trattamento delle emorroidi di Napoleone Bonaparte, oggi egli è noto per la sua descrizione fatta su “The Lancet” nel 1834 della contrattura  alle mani della malattia che porta il suo nome, malattia che operò per la prima volta nel 1831 (Malattia di Dupuytren).
Dupuytren lavorò all’Ospedale di Parigi “Hôtel-Dieu” mattina e sera, eseguendo ogni volta diverse operazioni, impartendo lezioni a grandi gruppi di studenti, dando consigli ai suoi pazienti, soddisfacendo i compiti della moderna Medicina in maniera completa.


un chirurgo a tutto tondo

Guillame Dupuytren (litografia)

Uno dei suoi lavori più importanti è il suo “Trattato sull’ano artificiale”, in cui ha applicato i principi di John Hunter. Le sue operazioni furono notevoli per la sua abilità e destrezza, e per la sua grande disponibilità di risorse culturali.
Dupuytren è stato uno dei primi chirurghi a drenare con successo un ascesso cerebrale usando la trapanazione, e ha anche usato un metodo personale per trattare le crisi epilettiche.
Egli rivendicò anche il merito di aver descritto in maniera originale i melanomi, lamentandosi inoltre come Laennec gli avesse rubato l’idea dalle sue lezioni.

La sua memoria rimane anche nella letteratura: Honoré de Balzac lo cita più volta con il suo nome reale e come personaggio in diversi romanzi della sua e cite à plusieurs reprises sous son nom véritable dans les romans dela sua “La Comédie humaine”.


riferimenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *