FOREST LABORATORIES


FOREST LABORATORIES


Cronistoria

La Forest Laboratories è stata fondata nel 1956 come piccola compagnia di servizi laboratoristici. Essa aiutava compagnie più grandi, con maggiori possibilità di investire in ricerca, a creare nuovi farmaci. Dopo che la Forest sviluppava un farmaco, questo passava nelle mani della compagnia cliente che provvedeva a metterlo sul mercato. La Forest raggiunse un certo grado di successo nella sua nicchia di mercato e mantenne una richiesta stabile per i suoi servizi per il tutto il corso della fine anni ’50 ed inizi anni ’60.
Inoltre, la compagnia cercò di diversificare il suo mercato investendo anche in altri settori come alimentazione (principalmente dolciumi e gelati), e vendendo vitamine di marca.
La Forest divenne una public company nel 1967. In questi anni un suo successo fu il prodotto chiamato SYNCRON, che permetteva al farmaco ingerito di essere rilasciato lentamente all’interno dell’organismo.
A metà degli anni settanta l’attività del gruppo venne concentrata sul mercato farmaceutico, passando da una compagnia di servizio ad una azienda che produceva e commercializzava i propri prodotti farmaceutici, generici compresi.
Nel 1984 la Forest acquista le attività della “O’Neal, Jones & Feldeman Inc.”, una compagnia con sede nel Missouri, i cui dirigenti avevano messo sul mercato un farmaco, non approvato dalla FDA, il cui uso era stato collegato alla morte di 27 bambini.
Nel 1989 la Forest acquista “UAD Laboratories”, aggiungendo al suo portfolio anche un prodotto analgesico narcotico, LORCET (Idrocodone-Acetaminofene).
Alla fine degli anni ottanta la nicchia di mercato della compagnia era rivolta soprattutto verso certi prodotti specialistici in area internistica, pneumologica e delle patologie allergiche. Nel 1991 il fatturato raggiunse i 176 milioni di dollari americani (USD).
Lo slogan era:

Noi possiamo fare cose che le compagnie più grandi non possono fare”.

Infatti, sosteneva il CEO della Forest, Howard Solomon, che, mentre le grandi aziende non erano sostanzialmente interessate a farmaci aventi un mercato sotto i 100 milioni di dollari ad anno, il bersaglio della Forest era la produzione di composti con una nicchia di mercato inferiore a quella appetita dai gruppi più ricchi.
Comunque, tra gli inizi e la metà degli anni novanta la Forest si espanse, non solo nel fatturato, ma anche nelle strutture produttive nazionali ed internazionali. La sua principale sussidiaria, la Forest Pharmaceuticals, che rappresentava circa un terzo del fatturato del gruppo, venne consolidata con impianti completamente rinnovati, ed in Irlanda venne completato un nuovo impianto produttivo. Vennero aumentati anche gli investimenti in R&D, che passarono dai 10 milioni dei USD del 1990 ai 30 circa del 1993. In questi anni il prodotto più venduto è stato AEROBID (flunisolide), farmaco per l’asma.
Nel 1995, la Forest ottenne dalla “Biovail Corporation”, firma canadese, i diritti americani per TIAZAC (diltiazem idrocloruro), farmaco calcio-antagonista usato nel trattamento dell’ipertensione e dell’angina, segnando l’ingresso della compagnia nel mercato dei farmaci cardiovascolari.
Nel 1994, mentre il CEO della Forest, Howard Solomon, cercava un farmaco per curare la depressione del figlio, egli si imbatté in un farmaco antidepressivo, il CIPRAMIL (citalopram), che era stato sviluppato dalla compagnia danese “H. Lundbeck A/S”. In questi anni il Cipramil aveva incontrato un riguardevole successo in Europa perché ritenuto avere minori effetti collaterali del PROZAC e lo ZOLOFT. Salomon firmò un accordo con la Lundbeck nel 1996 e la Forest cominciò a distribuire il farmaco in USA sotto il nome commerciale di CELEXA (citalopram idrobromuro) dopo l’approvazione della FDA nel 1998, in copromozione con la “Warner-Lambert Company”. Nel 2002 le vendite del Celexa hanno superato il miliardo di USD.
Nel 1999 la Forest ha lanciato INFASURF (calfactant), farmaco usato nel trattamento e prevenzione della sindrome da distress respiratorio (RDS), di cui aveva acquisito la licenza nel 1991 dalla “ONY, Inc”.
Un farmaco con maggiori successi economici di Infasur è stato BENICAR (olmesartan medoximil), agente usato nel trattamento dell’ipertensione. Benicar era stato sviluppato dalla “ Sankyo Pharma, Inc.”, ed è venduto in America dalla Forest dal 2002. Nel 2002 è stato lanciato LEXAPRO (escitalopram ossalato), farmaco antidepressivo,
Nel 2007 la compagnia ha acquistato la “Cerexa, Inc.”, una compagnia biofarmaceutica con sede ad Alameda, California; i diritti per sviluppare e commerciare in tutto il mondo (escluso Giappone) della ceftarolina acetato, un antibiotico a largo spettro iniettabile. I diritti per tale prodotto ed un altro antibiotico in fase II di sperimentazione erano stati acquisiti per opera della Cerexa rispettivamente dalla Takeda Pharmaceuticals e dalla “Meiji Seika Kaisha, Ltd”.


Alcune Storie 


Escitalopram: Il LEXAPRO/ CIPRALEX/ ENTACT è stato sviluppato in cooperazione tra Lundbeck e Forest Laboratories. Il suo sviluppo è iniziato nell’estate 1997. La breve durata del tempo intercorso nell’approvazione del farmaco (3 anni e mezzo) fu attribuito alla precedente esperienza conseguita con il citalopram, che ha una farmacologia simile. L’escitalopram è un enantiomero del citalopram, usato per la stessa indicazione, e per tale ragione ha richiesto minori investimenti e minor tempo di sviluppo. Nonostante la somiglianza dei farmaci, gli studi preclinici e clinici hanno mostrato alcune differenze tra i due composti.


La Compagnia Oggi (2007)


La Forest Laboratories è una compagnia farmaceutica con sede a New York City, USA. Il suo fatturato dichiarato per l’anno precedente il 31 marzo 2007 è stato di 3,4 miliardi di USD. Gli investimenti dichiarati in R&D nel 2006 sono stati di circa 410 milioni di USD. La forza lavoro globale del gruppo è di circa 5.000 dipendenti.
La Forest Laboratories è nota anche come società che distribuisce prodotti farmaceutici europei negli Stati Uniti. Sul sito della compagnia sono presenti le mappe dei punti di maggior interesse per il gruppo, come per esempio la mappa del Quartier Generale che si trova a Manhattan.
Le principali aree terapeutiche includono

  • Disordini del sistema nervoso centrale e patologie psichiatriche

  • Ipertensione

  • Disturbi polmonari

  • Gestione del dolore

Nell’ultimo anno i farmaci per il Sistema nervoso Centrale hanno garantito entrate per circa 2,8 miliardi di USD. I principali prodotti includono NAMENDA (memantina HCl), per il trattamento delle forme moderate e severe di Alzheimer; LEXAPRO, un antidepressivo SSRI per il trattamento di depressione ed ansia generalizzata; BENICAR, un sartanico bloccante del recettore dell’angiotensina, e CAMPRAL (acamprosato calcico), per il mantenimento dell’astinenza da alcol in pazienti con alcol dipendenza in fase iniziale di astinenza.
In USA, i prodotti farmaceutici sono commercializzati direttamente dalla sussidiarie della compagnia: Forest Pharmaceuticals, Forest Therapeutics, Forest Healthcare, Forest Ethicare e punti vendita Forest Speciality Sales. I prodotti generici del gruppo sono commercializzati dalla sua sussidiaria “Inwood Laboratories, Inc.”. Le altre sussidiarie sono ubicate in Irlanda e Regno Unito.

Divisioni e Sussidiarie:

  • Forest Pharmaceuticals: ha base a St Louis ed è responsabile della produzione e distribuzione dei farmaci etici della compagnia negli USA.

  • Forest Laboratories Europe si occupa della distribuzione dei farmaci etici e da banco in Europa ed altri continenti. I siti produttivi sono collocati in Irlanda e Gran Bretagna.

  • Il Forest Research Institute si occupa di R&D.

  • Inwood Laboratories si occupa della produzione e distribuzione della maggiorparte dei prodotti generici della compagnia.


La R&D (2007)


La Forest Research Institute è la divisione scientifica della compagnia, dedicata alla ricerca, sviluppo e valutazione clinica dei prodotti farmacologici sotto studio della compagnia. L’Istituto opera con centri di ricerca in Jersey City, New Jersey e Long Island, New York.
L’incremento di produttività in Ricerca & Sviluppo della compagnia negli ultimi anni ha portato all’espansione delle aree di ricerca come: Project Management and Development, Farmacologia, Tossicologia, Farmacologia Clinica e Biometrica, ecc.

I prodotti della Pipeline includono:
Ceftarolina Acetato (per le infezioni complicate cutanee e le polmoniti in pazienti ospedalizzati),
Desmoteplasi (per lo stroke ischemico acuto),
LAS 34273 (per la malattia polmonare cronica ostruttiva),
Milnacipran (per la fibromialgia),
Nebivololo (per l’ipertensione e lo scompenso cardiaco) e
Neramexine (per il morbo di Alzheimer).


FONTI 
Articolo tratto dai siti Forest Laboratoriesfundinguniverse;
Citazioni da Wikipedia: 1) Escitalopram 2) Forest Laboratories

Autore: Dott. Concetto De Luca (06/02/2008)


 

Un pensiero su “FOREST LABORATORIES

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.