Dallo sperma della balena la prima descrizione di una struttura proteica

1958: DALLO SPERMA DELLA BALENA LA PRIMA DESCRIZIONE DI UNA STRUTTURA PROTEICA

La descrizione della struttura del DNA nel 1953 era stata una rivelazione, ma la determinazione della prima struttura proteica diede inizio a quella rivoluzione che oggi chiamiamo “proteomica“.
Nel DNA è scritto il progetto della vita, ma le proteine sono veramente complesse: la loro gamma di funzioni – per esempio, come componenti e catalizzatori che accelerano la velocità delle reazioni – mostra come esse siano i mattoncini che rendono possibile la vita. 


il lavoro di John Kendrew

il biochimico inglese John Kendrew (Oxford, 24marzo 1917 – Cambridge, 23agosto 1997)

Un vasto team, composto principalmente da fisici e guidato da John Kendrew a Cambridge, lavorò metodicamente sulla mioglobina, il principale trasportatore di ossigeno nel muscolo, prelevata dallo sperma della balena (poiché essa è composta da grandi cristalli), come primo bersaglio.
Come con il DNA, la cristallografia attraverso raggi X – cioè la misurazione dell’ampiezza di migliaia di raggi X sparpagliati dalla molecola – generava masse di dati che rivelavano la struttura pezzo a pezzo.
Alla fine venne rivelata la prima struttura proteica ad elevata risoluzione, inclusa la struttura ad alfa-elica ma vista prima. Kendrew condivise il Premio Nobel per la chimica del 1962 con Max Perutz (Vienna, 19maggio 1914 – Cambridge, 6febbraio 2002), il quale in seguito dedusse la struttura dell’emoglobina usando la stessa tecnica.


KENDREW E WATSON

Un aneddoto: Salvador Luria, il maestro di James Watson ‘inviò’ inizialmente il futuro scopritore della struttura del DNA dagli USA in Europa dopo il dottorato, proprio da Kendrew a Cambridge.
Il rapporto tra i due non produsse apparentemente nulla di rivoluzionario, ma le scoperte dei due di quegli anni rimangono nella storia della scienza e nel 1962, mentre Kendrew ritirava il Nobel per la Chimica Watson riceveva quello per la Medicina o Fisiologia.


VEDI:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.