Un pioniere dell’endoscopia gastrica: Jan Mikulicz-Radecki

UN PIONIERE DELL’ENDOSCOPIA GASTRICA: Jan Mikulicz-Radecki

Johannes von Mikulicz-Radecki (Czernowitz, 16 maggio 1850 – Breslavia, 14 giugno 1905)

Endoscopio esofageo congegnato da Mikulicz (riprodotto da ‘‘Uber Gastroskopie und Oesophagoskopie,’’ Wiener medizinische Presse 1881, Bd. 22, S. 1441)

Nel 1881, il chirurgo polacco Jan Mikulicz-Radecki (1850-1905), allievo a Vienna del grande Theodor Billroth, dopo la costruzione del gastroscopio con l’aiuto di Josef Leiter (1830-1892), un produttore di strumenti medicali, divenne la prima persona della storia a diagnosticare un cancro della parte inferiore dell’esofago attraverso l’uso di un endoscopio.
Da notare nel disegno l’introduzione della lampadina elettrica nello stomaco e la visione delle immagini attraverso l’oculare.

Mentre lavorava a Cracovia, Mikulicz sviluppò le basi dell’anatomia endoscopica e le tecniche per eseguire l’endoscopia dell’esofago e dello stomaco. Egli eseguì la prima procedura endoscopica al mondo rimuovendo dallo stomaco un osso derivato dal cibo residente nell’esofago. Nello stesso periodo (tra il 1882 ed il 1887), insieme a Napoleone Cybulski (1854-1919), pubblicò un lavoro sulla fisiologia dell’esofago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *