Tra scienza e fantasia: Breve storia dell’Interferon

TRA SCIENZA E FANTASIA: BREVE STORIA DELL’INTERFERON

Yasuhiko Kojima

Gli interferoni sono proteine naturali prodotte da cellule del sistema immunitario in risposta ad agenti esterni come virus, batteri, parassiti e tumori. Essi appartengono alla famiglia di glicoproteine note come citochine.
Mentre cercavano di sviluppare un vaccino per il vaiolo, due virologi giapponesi che lavoravano presso “l’Istituto di Malattie Infettive dell’Università di Tokyo“, Yasu-ichi Nagano (1906-1998) e Yasuhiko Kojima, si accorsero che la cute di coniglio, precedentemente inoculata con virus inattivati attraverso raggi UV, esibivano una inibizione della crescita virale in caso di reinfezione nella stessa sede con virus vivo. Essi pubblicarono il loro articolo nel 1954 sul giornale francese “Journal de la Société de Biologie”. 


nasce il termine interferon 

proprietà miracolose dell’interferon secondo il fumetto ‘Flash Gordon’ negli anni sessanta del novecento.

Poco dopo, nel 1957, il virologo britannico Alick Isaacs (1921-1967) e il suo collega svizzero Jean Lindenmann (1924-2015), del “National Institute for Medical Research” di Londra, si accorsero dell’effetto di interferenza causato da virus inattivati con il calore sulla crescita dei virus dell’influenza vivi nelle membrane di uova di gallina.

Essi chiamarono ‘interferon‘ l’agente interferente.


tra delusioni e speranze

fiale di interferon


In questo periodo di grandi incertezze ma anche grandi speranze, molti considerarono l’interferone come la penicillina dei virus, cioè una sostanza in grado di debellare, seppure difficile da reperire, tutte le malattie virali, al punto che la popolare striscia di fumetti ‘Flash Gordon‘ espresse queste proprietà miracolose in alcune vignette.
Le possibilità di reperire l’interferon furono piuttosto scarse fino al 1980, quando il gene venne inserito in un batterio attraverso la tecnica del DNA ricombinante.
Naturalmente, ad oggi, le proprietà degli interferoni non si sono rivelate miracolose sulle infezioni virali come sperato nei fumetti di Flash Gordon.
Eppure, nel 1986 la compagnia farmaceutica “Schering-Plough” ha iniziato a distribuire in tutto il mondo INTRON A (interferon alfa-2b), il primo prodotto sviluppato dalla “Biogen” per il trattamento della leucemia a cellule capellute.


riferimenti:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.