Recordati


Recordati 


Cronistoria

La Recordati nasce a Correggio Emilia nel 1926 da una piccola farmacia risalente ai primi anni dell’Ottocento che Giovanni Recordati (1898-1952), coniugando l’antica tradizione speziale con la moderna e razionale scienza dei farmaci, trasforma in impresa industriale fondando il “Laboratorio Farmacologico Reggiano”.
Tra le prime specialità del “Laboratorio Farmacologico Reggiano” tre sono tuttora in commercio in Italia: ANTISPASMINA COLICA (1927, antispastico costituito dall’associazione di papaverina cloridrato e belladonna estratto 1% josciamina), SOLVOBIL (1930 colagogo e lassativo a base di sodio colato, nicotinamide, boldo estratto e cascara estratto), TEFAMIN (1935, cardiotonico, diuretico e ipotensivo a base di aminofillina) e sue associazioni.
Tra le altre specialità di quest’epoca, per citarne solo alcune: DINTOINA (fenitoina sodica, prodotto indicato come antiepilettico), SINDRENINA (epinefrina), SIMPAMINA (un’amfetamina venduta nelle farmacie fino al 1972) e Insulina Recordati.
Parallelamente il Laboratorio avvia la produzione diretta dei principi attivi impiegati nelle sue specialità, al fine di garantirne la purezza. Fin dagli Anni Trenta l’attenzione ai medici non si esaurisce nell’informazione farmaceutica limitata alle specialità medicinali, ma si allarga in una prospettiva più ampia di crescita della cultura medica. In quest’ottica sono le pubblicazioni di Recordati, tra cui le riviste: “Argomenti di Farmacoterapia“, realizzata nel 1933 che ospitava lavori clinici di interesse eminentemente pratico e, alla fine degli Anni Trenta, “Folia Cardiologica” diventata poi, per diversi anni, l’organo ufficiale della Società Italiana di Cardiologia.
Arrigo Recordati (1927–1999) entra in azienda appena laureato, a soli 23 anni, a seguito di una grave infermità del padre Giovanni, scomparso nel 1952. Sotto la sua guida, nel 1953, sede e stabilimento farmaceutico vengono trasferiti a Milano. In quegli anni la ricerca viene ristrutturata e potenziata con un nuovo laboratorio di ricerca farmaco-biologica.
Il primo farmaco originale frutto della ricerca Recordati è il RECORDIL (1956, efloxato, vasodilatatore coronarico) seguito da REMEFLIN (1962, dimefline, analettico respiratorio), da GENURIN / URISPAS (1973, flavossato, antispastico delle vie urinarie – primo farmaco di sintesi originale italiana approvato dalla FDA e commercializzato negli Stati Uniti, ora presente in oltre 60 Paesi) e da ANTORAL (1977, tibenzonio joduro, antisettico orale).
Negli anni Cinquanta nascono le prime consociate all’estero, in America Latina, successivamente cedute ad altri membri della famiglia. Negli anni Sessanta l’azienda sviluppa ed amplia il settore della chimica farmaceutica, con lo stabilimento di Campoverde di Aprilia (LT), trasformandosi in Recordati Industria Chimica e Farmaceutica.
Nel 1961 viene siglato un importante accordo di licenza esclusiva con Syntex Corporation, ora Roche, azienda all’avanguardia nello studio e nella sintesi di ormoni steroidei. Risale al 1984 la quotazione alla Borsa Valori di Milano che segna un delicato ed importante passaggio nella storia di Recordati: da azienda tipicamente familiare ad impresa quotata e professionale, anche se controllata dall’omonima famiglia.
Prosegue lo sviluppo del settore farmaceutico grazie al lancio di un nuovo farmaco frutto della ricerca Recordati, LOMEXIN (fenticonazolo) per il trattamento delle infezioni micotiche dermatologiche, primo farmaco italiano a superare le procedure di registrazione del CPMP (Committee for Proprietary Medicinal Products) dell’Unione Europea. Nel 1995 viene costituita in Spagna l’odierna consociata Recordati España (Madrid) per la commercializzazione in quel mercato sia di prodotti farmaceutici originali Recordati che di prodotti su licenza.
Nel 1987 viene costituita l’odierna Recordati Corporation (Cranford, N.J., USA) per la commercializzazione di prodotti di chimica farmaceutica nel Nord America. Credendo fermamente nella ricerca quale motore indispensabile per la crescita del gruppo, Recordati continua a mantenere elevati gli investimenti in R&D (Ricerca & Sviluppo). L’ultimo frutto della sua ricerca è ZANIDIP (lercanidipina, calcioantagonista antiipertensivo).
Nel 1995 la casa editrice “Editori Laterza“, nell’ambito di una collana dedicata a sanità e salute, ha pubblicato il libro “Da Speziali ad Imprenditori. Storia dei Recordati” di Vittorio Sironi, sulle vicende della dinastia di questi farmacisti-imprenditori, come emblematiche testimonianze di un passaggio cruciale nella storia della sanità: la nascita dei farmaci di sintesi e l’industrializzazione della produzione farmaceutica.
Nel 1996 la Medicines Control Agency (MCA) rilascia l’autorizzazione alla vendita nel Regno Unito di ZANIDIP. Segue la registrazione in numerosi paesi europei attraverso la procedura di Mutuo Riconoscimento – Zanidip è il primo farmaco italiano ad essere registrato con questa procedura – ed in paesi non europei. Continua lo sviluppo pre-clinico e clinico del farmaco nonché l’attività regolatoria per la sua registrazione in nuovi paesi, tra cui USA, Canada e Giappone.
L’attività di ricerca Recordati prosegue inoltre nel settore urologico, in particolare nell’area dell’incontinenza urinaria. Nel settore della chimica farmaceutica, nel corso del 1998 viene acquisito uno stabilimento chimico in Spagna per la produzione di principi attivi ed intermedi per l’industria farmaceutica, poi ceduto nel 2006.
Nel febbraio 1999, dopo la scomparsa di Arrigo Recordati, il Consiglio di Amministrazione di Recordati S.p.A. nomina come nuovo Presidente-Amministratore Delegato, l’Ing. Giovanni Recordati, già Amministratore Delegato della società ed impegnato in azienda da quasi 25 anni. Sotto la guida di Giovanni Recordati viene attuata con determinazione una politica di espansione basata su ricerca e internazionalizzazione. Tappa significativa di questa strategia di sviluppo è la costituzione nel 2001 in Francia, quarto mercato farmaceutico mondiale, della consociata Bouchara Recordati conseguente all’acquisizione della società farmaceutica Doms Adrian (1999) e del gruppo farmaceutico Bouchara(2000).
Intanto prosegue l’affermazione internazionale di ZANIDP: a fine 2004 il farmaco Recordati risulta commercializzato in 69 paesi, mentre coprono i mercati farmaceutici di oltre 100 paesi gli accordi di licenza siglati da Recordati.
Nel 2005 viene acquisita Merckle Recordati in Germania. Recordati entra così direttamente nel terzo mercato mondiale ed il primo in Europa e copre ora circa i due terzi del mercato europeo. Nello stesso anno si ha la costituzione nel Regno Unito diRecordati Pharmaceuticals Ltd., passo fondamentale della strategia di stabilire una presenza diretta in tutti i principali paesi europei, ed in Grecia della filiale Recordati Hellas Pharmaceuticals S.A.
Nel 2006 Recordati entra direttamente nel mercato farmaceutico portoghese con l’acquisto delle società farmaceutiche del Grupo Jaba, ampliando ulteriormente la copertura del mercato europeo. In questo anno un nuovo prodotto della ricerca Recordati è autorizzato per la vendita: Zanitek®/Zanipress®, combinazione fissa di lercanidipina ed enalapril, riceve l’autorizzazione all’immissione in commercio dalla BfArM (l’agenzia del farmaco tedesca) in Germania.
Nel 2007, Recordati entra nel mercato dei “farmaci orfani” con l’acquisizione di Orphan Europe, una primaria società farmaceutica europea con sede a Parigi dedicata allo sviluppo, la registrazione, la commercializzazione e la distribuzione di farmaci unici per la cura di malattie rare e con scarso mercato farmacologico.


Alcune Storie 


ZANIDIP: Il prodotto di punta di Recordati è ZANIDIP (lercanidipina), un calcioantagonista di ultima generazione indicato per il trattamento dell’ipertensione. Si tratta di una diidropiridina lipofilica che è stata scoperta ed interamente sviluppata e commercializzata da Recordati (1984) con le seguenti caratteristiche: unica dose giornaliera, attività vasodilatatoria potente e prolungata, altamente vasoselettivo per un’azione antipertensiva graduale e stabile nel tempo con un profilo di tollerabilità significativamente favorevole rispetto agli altri calcioantagonista diidropiridinici. 

Prodotti Recordati: Altri prodotti sviluppati internamente sono il flavoxato, per il trattamento della incontinenza urinaria, ed il fenticonazolo (1978), un antimicotico. 

Orphane Europe: Orphane Europe è stata fondata nel 1990 da William Gunnerson con lo scopo di fornire adeguati trattamenti ai pazienti affetti da patologie rare. 

Il Premio Arrigo Recordati: viene concesso dal 2001 ogni anno anno a scienziati che hanno promosso lo sviluppo della disciplina cardiologica. Nel 2001 il premio è stato consegnato al prof. Giuseppe Mancia, professore di Medicina all’Università Bicocca di Milano, per i suoi studi sui riflessi cardiovascolari. Nel 2003 il premio è stato vinto dai prof. Jay N. Cohn professore di Medicina alla University of Minnesota e al professore John K. Kjekshus, del Dipartimento di Cardiologia di Oslo, per le loro osservazioni sull’insufficienza cardiaca. Nel 2005 il premio è andato a Leonard A. Cobb (professore di Cardiologia a Seattle), Peter J. Schwartz (professore di Cardiologia al San Matteo di Pavia) e a Hein J. J. Wellens (direttore del dipartimento di Aritmologia presso l’Università di Maastricht, in Olanda), per i loro studi sulla morte improvvisa. Nel 2007 il premio è andato al professore Patrick Serruys, dell’Università di Lovanio, in Belgio, per il suo lavoro nell’ambito della cardiologia interventistica.


La Compagnia Oggi (2008)


La Recordati S.p.A, con sede a Milano, e stabilimenti produttiva a Milano e Latina, è la principale società del Gruppo Recordati.
Le aree nella quali si articola la sua struttura sono:

  • Ricerca e Sviluppo Farmaceutico e Chimica Farmaceutica;

  • Produzione farmaceutica e chimica farmaceutica;

  • Marketing settore farmaceutico e chimico farmaceutico;

  • Amministrazione, finanza e controllo.

Il gruppo ha fatturato nel 2007 quasi 630 milioni di euro (487 nel 2003) di cui circa i due terzi provenienti da mercati esteri. Le attività del gruppo si possono distinguere nel settore della Farmaceutica (circa il 95% del fatturato 2007) ed in quello della Chimica Farmaceutica (circa il 5% del fatturato 2007). 
La compagnia opera in diverse aree terapeutiche: antiinfettiva, cardiovascolare, SNC (Sistema Nervoso Centrale), dermatologia, gastroenterologia, sistema genito-urinario, reumatologia e terapia del dolore, ginecologia e ostetricia, malattie rare, e OTC (farmaci per automedicazione).
Le vendite globali di lercanidipina hanno raggiunto nel 2007 un valore di quasi 187 milioni di euro.
Altri prodotti del portfolio Recordati sono ENTACT (escitalopram, antidepressivo), PEPTAZOL (pantoprazolo sodico, gastroprotettore), TORA-DOL (ketorolac trometamina, antidolorifico), ELOPRAM (citalopram bromidrato, antidepressivo), ISOCEF (ceftibuten, un antibiotico cefalosporinico di terza generazione), REXTAT / LOVINACOR (lovastatina, ipocolesterolemizzante), NITROCOR (gliceril trinitrato, antianginoso in forma di cerotto transdermico). 
Farmaci prodotti con il marchio Orphane Europe sono CARBAGLU (indicato nel Trattamento dell`iperammonemia dovuta alla deficienza di N-acetilglutammato sintasi), GYSTAGON (indicato per il trattamento della cistinosi nefropatica manifesta: la cisteamina riduce l’accumulo della cistina in alcune cellule), NORMOSANG (emina umana, indicata nel trattamento delle crisi di porfiria acuta).
Il settore cardiovascolare rappresenta attualmente circa il 35% delle vendite globali del Gruppo Recordati, mentre quello del SNC supera di poco il 20%.
La forza lavoro, al 31 dicembre 2007, raggiunge i 2.220 dipendenti, con una rete di oltre 1.000 informatori farmaceutici. Recordati ha siti produttivi farmaceutici in Italia (Milano) ed in Francia (Montluçon) e uno stabilimento per la produzione di principi attivi farmaceutici in Irlanda (Cork).


La R&D 


I nuovi prodotti provengono sia dalla ricerca interna al gruppo sia da collaborazioni ed alleanze con altre società farmaceutiche. Con l’acquisizione di “Orphan Europe” la pipelinedi ricerca Recordati si è arricchita con i nuovi programmi per lo sviluppo di farmaci per il trattamento delle malattie rare.


La Compagnia nel Mondo


La Recordati opera direttamente in Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Portogallo, Regno Unito, Russia e Spagna. In questi paesi affianca alla vendita di specialità farmaceutiche originali quella di farmaci innovativi su licenza. Grazie a numerosi accordi commerciali con aziende farmaceutiche internazionali, Recordati distribuisce i propri farmaci innovativi (lercanidipina, flavossato, fenticonazolo) in circa 100 paesi.
Consociate del Gruppo sono la Recordati España SL; la Recordati Corporation (USA); la Recordati Pharmaceuticals Ltd (Regno Unito); Innova Pharma S.p.A. (Italia), società dedicata dedicata alla commercializzazione in Italia di farmaci originali Recordati e su licenza, che dispone di una propria rete di informazione medico scientifica; la francese Laboratoires Bouchara Recordati S.a.s; la Recordati Ireland Ltd; la Merckle Recordati GmbH (Germania); la Recordati Hellas Pharmaceuticals S.A. (Grecia), La Jaba Recordati, Bonafarma, Jabafarma (Portogallo); e la Orphan Europe. 


FONTI 
Articolo tratto dai siti RECORDATIOrphan Europesalvelocs.itPremio Arrigo RecordatiTorrinoMedica.
Citazioni da Wikipedia: 1) Recordati 2) Lercanidipina 

Autore: Dott. Concetto De Luca (28/11/2008 – rivisto il 13/10/2010) 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *