Il dottor Krebs, un gigante della biochimica

UN PIONIERE DELLA BIOCHIMICA IL CUI NOME E’ STAMPATO NELLE MENTI DI TUTTI NOI

“L’editore di Nature fa i suoi complimenti al Dr. H. A. Krebs e si rammarica perché, avendo già testi a sufficienza per riempire le colonne di Nature per sette o otto settimane, non è al momento in grado di accettare alcun manoscritto per l’eccessivo ritardo con cui verrebbe pubblicato”.

Nasceva esattamente 120 anni fa il 25agosto 1900, a Hildesheim, in Germania, figlio di un otorinolaringoiatra, Hans Adolf Krebs.
Krebs studiò Medicina all’Università di Gottinga dal 1918 al 1923. Conseguì il Ph.D. presso l’Università di Amburgo nel 1925, poi studiò chimica a Berlino per un anno, diventando successivamente assistente di Otto Warburg al “Kaiser Wilhelm Institute” fino al 1930.
Nel 1933, poiché ebreo per parte di madre, gli fu vietato di praticare la medicina ed emigrò in Inghilterra. Venne invitato a Cambridge, lavorando per il dipartimento di biochimica alle dipendenze di Sir Frederick Gowland Hopkins. Nel 1939 ottenne la cittadinanza britannica. Nel 1945 divenne professore di biochimica all’università di Sheffield.


IL CICLO DI KREBS

L’area di maggior interesse fu il metabolismo: nel 1932 scoprì il “ciclo dell’urea“, nel 1937 il “ciclo dell’acido citrico“, ancora ampiamente chiamato ciclo di Krebs. L’articolo contenente il resoconto della caratterizzazione del ciclo di Krebs fu inizialmente inviato alla prestigiosa rivista “Nature“, che lo rifiutò nel giugno 1937. L’articolo fu dunque pubblicato due mesi dopo dalla meno blasonata rivista olandese “Enzymologia“.
Nel 1953 vinse il Premio Nobel per la Medicina. Morì a Oxford il 22novembre 1981.


RIFERIMENTI:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *