Il dr Godlee e la prima asportazione di un tumore cerebrale

LA PRIMA ASPORTAZIONE DI UN TUMORE AL CERVELLO

Il dr Godlee mentre esegue una procedura sul torace di un paziente al University College Hospital, 1899

Il 25 novembre 1884, il dr Rickman J. Godlee (1849-1925) eseguì la prima resezione riconosciuta di un tumore primitivo del cervello (un glioma). Questo intervento fu eseguito su suggerimento del dr. A. Hughes Bennett (1848-1901), neurologo del “The Hospital for Epilepsy and Paralysis“, Regents Park, London, England. Questa struttura ospedaliera oggi non esiste più.
Precedentemente erano state già eseguite altre operazioni di asportazione di tumori intracranici ma si trattava di tumori meninegei od ossei extracerebrali. Il paziente candidato all’intervento manifestava da qualche mese emiparesi sinistra e cefalea oltre che a crisi epilettiche.
Questa ‘prima‘ operazione di resezione di un tumore primitivo cerebrale eseguita da Goodle fu descritta meticolosamente e ben documentata sia dalla stampa specialistica medica che da quella popolare dell’epoca, stimolando sia la discussione scientifica che quella culturale sugli effetti futuri dell’avvento della moderna neurochirurgia.
Il paziente di Goodle, sottoposto a questo primo intervento di neurochirurgia tumorale, inizialmente manifestò dei miglioramenti con remissione delle crisi epilettiche, ma morì nel ventottesimo giorno del decorso post-operatorio probabilmente di meningite e complicazioni secondarie, mentre l’esame autoptico rivelò il tumore (un glioma) fosse stato completamente escisso.


Curiosità:

La madre di Goodle era sorella di Joseph Lister (1827-1927) il padre dell’antisepsi. Godlee scrisse anche una biografia dello zio intitolata “Lord Lister“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *