Leopold e le sue manovre ginecologiche

SEMEIOLOGIA OSTETRICA, OVVERO QUANDO NON ESISTEVA ANCORA L’ECOGRAFIA: LE MANOVRE DI LEOPOLD

le ‘manovre di Leopold’ prendono il nome dal ginecologo tedesco Christian Gerhard Leopold che le descrisse nel 1894.

Le manovre di Leopold sono 4 e permettono di apprezzare il volume dell’utero, la situazione, la presentazione e il grado di impegno della parte presentata, cioè se la parte presentata ha cominciato ad entrare nel canale del parto o si mantiene al di
fuori.
La prima manovra di Leopold serve a determinare il livello del fondo dell’utero; la seconda manovra serve a determinare il dorso del feto, la terza per identificare le caratteristiche della parte presentata e la quarta a vedere se la parte presentata, imprimendo movimenti di lateralità, si muove o non si muove.
Queste manovre prendono l’eponimo dal ginecologo tedesco Christian Gerhard Leopold (24 febbraio 1846 – 12 settembre 1911).


Christian Gerhard Leopold

Christian Gerhard Leopold (1846-1911)

Nel 1870 Leopold conseguì il dottorato in Medicina all’Università di Lipsia, dove studiò sotto Carl Siegmund Franz Credé (1819-1892), che sarebbe poi diventato suocero. Dal 1877 al 1883 insegnò ostetricia alla “Frauenklinik” di Lipsia, e successivamente succedette a Franz von Winckel (1837-1911) come direttore della “Infermeria Ginecologica Reale” di Dresda.

A partire dal 1894 fu condirettore dell’Archivio di Ginecologia (“Archiv für Gynäkologie“) con Adolf Gusserow (1836-1906). Inoltre, con il dr. Credé (1819-1892) e Paul Zweifel (1848-1927), pubblicò libri di testo sull’ostetrica. Il lavoro scientifico di Leopold comprende 192 monografie e articoli che coprono una vasta gamma di argomenti che possono essere divisi in 4 campi principali: 1) anatomia e fisiologia degli organi femminili; 2) complicanze del bacino anatomicamente contratto (ad es. Cifoscoliosi); 3) nuovi metodi operatori; e 4) prevenzione delle febbri puerperali.


tratto da:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *