Alice A. Ball, la dottoressa che inventò il primo trattamento efficace per la lebbra

IL RICORDO DELLA DOTTORESSA CHE INVENTO’ IL PRIMO TRATTAMENTO EFFICACE PER LA LEBBRA

Alice Augusta Ball (Seattle, 24luglio 1892 – Seattle, 31dicembre 1916)

Nasceva a Seattle 128 anni fa, il 24 luglio 1892, Alice Augusta Ball, la prima donna e prima afroamericana ad ottenere un master presso l’Università delle Hawaii. Scomparsa a soli ventiquattro anni di età, la dottoressa Ball è stata la scopritrice di un estratto iniettabile che ha rappresentato il più efficace trattamento contro la lebbra fino agli anni Quaranta del Novecento.
Suo padre era direttore di un giornale, fotografo e avvocato. Suo nonno, James Ball Sr., era un famoso fotografo ed uno dei primi afroamericani a fare dagherrotipi. Durante i suoi quattro anni all’Università di Washington, Alice ottenne un baccalaureato sia in chimica farmaceutica sia in farmacologia. Dopo la laurea ha ottenuto l’ingresso a Berkeley e all’Università delle Hawaii e ha scelto la seconda, dove ha seguito un master in chimica. Nel 1915 è divenuta la prima donna e la prima afroamericana a conseguire una laurea magistrale all’Università delle Hawaii.


la lebbra

Foto di un uomo norvegese di 24 anni, infettato dalla lebbra nel 1886. (Fonte wikipedia)

La lebbra si chiama anche ‘malattia di Hansen‘, dal nome di Gerhard Henrik Armauer Hansen (29luglio 1841 – 12febbraio 1912), il medico norvegese che ne identificò la causa nel “Mycobacterium leprae” nel 1873.
Nella sua carriera di ricerca presso l’Università delle Hawaii, Ball ha studiato il principio attivo della ‘Piper methysticum‘ (kava), argomento della sua tesi. Mentre lavorava sulla tesi, la dottoressa Ball chiese al dottor Harry T. Hollmann, assistente chirurgo all’ospedale di Kalihi, di aiutarla a sviluppare un metodo per isolare i principi attivi dell’olio di chaulmoogra (Hydnocarpus wightiana). L’olio di chaulmoogra era stato impiegato in precedenza nel trattamento della malattia di Hansen, comunemente nota come lebbra, con risultati parziali. Molti lebbrosi erano riluttanti ad assumere per lunghi periodi l’olio, per via del gusto amaro e dei disturbi che procurava allo stomaco. La dottoressa Ball sviluppò un procedimento per isolare gli esteri etilici degli acidi grassi nell’olio di chaulmoogra, in modo che potessero essere iniettati, ma morì prima di pubblicare i suoi risultati.


un collega disonesto

Disegno di un tredicenne affetto da forma severa di lebbra.
Credit: Wellcome Library, London. Authors: Danielssen, D. C. (Daniel Cornelius), 1815-1894 and Losting, Johan Ludvig, 1810-1876 and Boeck, W. (Wilhelm), 1808- 1875.
1847 Om spedalskhed … Atlas /
D. C. Danielssen
Published: 1847.

Arthur L. Dean, chimico e presidente dell’Università delle Hawaii, proseguì il suo lavoro, producendo grandi quantità di estratto di chaulmoogra iniettabile. Dean pubblicò i risultati della Ball a proprio nome senza darle alcun credito, e il procedimento fu così chiamato “metodo Dean“, mentre la Ball fu a lungo dimenticata.
Nel 1918 un medico hawaiano riportava sul “Journal of the American Medical Association” che 78 pazienti erano stati dimessi dalla commissione esaminatrice dell’ospedale di Kalihi dopo il trattamento con chaulmoogra iniettabile.
L’estere etilico isolato con tale procedimento è stato il trattamento più usato fino allo sviluppo di farmaci a base di solfoni, sviluppati negli anni Quaranta del Novecento. Nel 1959 gli scienziati italiani Piero Sensi (Grotte Santo Stefano, 26agosto 1920 – Milano, 8agosto 2013) e Maria Teresa Timbal scoprirono le rifamicine e da queste nel 1969 svilupparono la rifampicina, antibiotico attivo contro le micobatteriosi.
Alice Augusta Ball è morta il 31 dicembre 1916, a soli ventiquattro anni. Si era ammalata durante le sue ricerche e aveva fatto ritorno a Seattle per curarsi, alcuni mesi prima della sua morte. Un articolo del 1917 sul “Pacific Commercial Advertiser” ipotizzava che la causa della sua malattia potesse essere un avvelenamento da cloro avvenuto mentre insegnava. La causa di morte rimane comunque non chiara e il certificato di morte originale è stato alterato, indicando come causa del decesso la tubercolosi.


il giusto ricordo

Nel 1922, sei anni dopo la sua morte, il dottor Harry T. Hollmann, assistente chirurgo dell’ospedale di Kalihi che originariamente incoraggiò Ball a esplorare l’olio di chaulmoogra, pubblicò un documento che conferiva a Ball il giusto merito.
Nel 2000, l’Università delle Hawaii ha riconosciuto Alice A. Ball come uno dei suoi laureati più illustri.


RIFERIMENTI:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.