Un’acuta osservazione su come le informazioni scientifiche possano essere facilmente distorte dagli scienziati e dai Media

UN’ACUTA OSSERVAZIONE SU COME LE INFORMAZIONI SCIENTIFICHE POSSANO ESSERE FACILMENTE DISTORTE DAGLI SCIENZIATI E DAI MEDIA

Il professore Giuseppe Armocida (n. nel 1946), riguardo ad un articolo sull’intervento di leucotomia (operazione chirurgica della cosiddetta psicochirugia, una variante della lobotomia, molto in voga negli anni quaranta del XX secolo), pubblicato su Milano Sera (Sabato 4 gennaio 1952) con il titolo “Rinsavito a Varese il 78% dei pazzi“:

“Un titolo così, Milano Sera, rinsavito a Varese il 78% dei pazzi.
Ma non è vero!! …
Qual’è la forza convincente della Stampa e oggi degli altri strumenti [d’informazione] sulla gente comune?
Gli psichiatri [e quindi gli specialisti in generale] parlavano ai colleghi medici ed erano rispettati. Tutta la Medicina parlava ai giornalisti; i giornalisti si facevano mentori di questo, e queste informazioni correvano per tutta la popolazione.
E poi era normale che io che stavo a Palermo [inteso come un luogo distante geograficamente dal posto in cui erano nate tali suddette informazioni] con un malato grave, prendevo un traghetto e lo portavo a Varese a fare la leucotomia.”

[prof. Giuseppe Armocida, professore di Storia della Medicina presso l’Università dell’Insubria a Varese, 2013, al min. 58.15]


vedi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.