Un pioniere dell’Human Leukocyte Antigens: Erik Thorsby

Un pioniere dell’Human Leukocyte Antigens: Erik Thorsby

Erik Thorsby (13luglio 1938 – 23marzo 2021)

Erik Thorsby è stato un altro grande pioniere dell’HLA (Human Leukocyte Antigens, ossia il sistema degli antigeni leucocitari umani); le sue ricerche hanno fornito importanti contributi nel campo dell’istocompatibilità e dell’immunogenetica.
Erik Thorsby nasce a Oslo il 13 luglio del 1938. Consegue la laurea in medicina all’Università di Oslo nel 1963 e dopo un brillante dottorato in immunologia presso l’ospedale Universitario di Ullevål nel 1969, inizia a prestare servizio come medico a partire dal 1970, nell’ambiente dei trapianti al Rikshospitalet di Oslo, sino al 1998, incominciando ad interessarsi di istocompatibilità HLA.

Fonda così il Tissue Typing Laboratory, con l’ introduzione della tipizzazione HLA dei tessuti e dell’immunologia dei trapianti, in seguito Dipartimento, per lo studio della medicina norvegese, utilizzata per identificare donatori e riceventi compatibili con il tipo di tessuto nei trapianti.


HLA-C

Erik Thorsby

In quei primi anni di vita lavorativa, fornisce la prova convincente dell’esistenza di un terzo locus HLA, HLA-C, in collaborazione con l’immunoematologo danese Fleming Kissmeyer – Nielsen e per questa scoperta, diventa il principale esperto dell’istocompatibilità dello Scandinavian Transplant, una organizzazione di cooperazione nordica per i trapianti che originariamente basava l’allocazione degli organi sulla corrispondenza dei loci HLA- A e B.
Successivamente quando risulta possibile determinare le molecole HLA- DR attraverso tecniche sierologiche, Thorsby è uno dei primi a dimostrare nel 1978 il loro forte effetto sulla sopravvivenza del trapianto attraverso una pubblicazione sulla rivista The Lancet.


LA CELIACHIA E RAPA NUI

Erik Thorsby ad un meeting dell’European Federation of Immunogenetics

Oltre ad occuparsi di trapianti, Thorsby diventa anche un’autorità scientifica nella ricerca sull’associazione di alcuni alleli HLA con la celiachia dimostrando una correlazione tra il determinante antigenico HLA-DQ2 e questa infiammazione cronica dell’intestino tenue causata dalla gliadina, componente del glutine (proteina monomerica insieme alla polimerica glutenina che conduce ad una progressiva riduzione dei villi intestinali fino alla loro scomparsa) in individui geneticamente predisposti, rivelando importanti aspetti di reazioni immunitarie coinvolte nella presentazione di epitopi di gliadina modificati al TCR (recettore dei linfociti T).
Egli dimostra anche un grande interesse per la genetica di popolazione studiando modelli migratori di diversi gruppi etnici nel mondo e in particolar modo l’origine genetica delle popolazioni dell’isola di Pasqua o Rapa Nui attraverso la tipizzazione HLA a livello molecolare confermando il loro pool genetico principalmente polinesiano ma con il 16% di elementi europei e l’8% dei primi amerindi.


ONORIFICENZE

Erik Thorsby

Tra gli altri suoi contributi, sono da considerare la sua grande attività come membro nella Comunità Scientifica di Immunogenetica Internazionale negli Workshop sull’istocompatibilità, come presidente dell’EFI (European Federation of Immunogenetics) dal 2002 al 2004 e come uno dei primi insegnanti durante le scuole estive internazionali organizzate dall’EFI insieme alla organizzazione sorella dell’ASHI (American Society for Histocompatibility and Immunogenetics).
Per quanto riguarda le onorificenze ricevute sono da ricordare:
– Nel 1974 il premio Anders Jahre per giovani ricercatori
– Nel 1988 il Premio per l’eccellenza del Norwegian Research Council of Norway (1988).
– 2003 Commendatore dell’Ordine di Sant’Olav e membro dell’Accademia Norvegese delle Scienze e delle Lettere.
Erik Thorsby , superbo e rigoroso investigatore scientifico oltre che grande mentore e fonte di ispirazione per molti giovani ricercatori in questo campo, muore a Oslo il 23 marzo 2021


Bibliografia

Articolo del prof. Sergio Barocci


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.