Un grande della pediatria e della batteriologia: Theodor Escherich

Un grande della pediatria e della batteriologia: Theodor Escherich

“Esso è stato finora rinvenuto solo nel canale intestinale, in particolare nei tratti inferiori dello stesso, ed è stato quindi denominato ‘Colonbakterien‘, ma altri dati parlano a favore del fatto che sia molto diffuso. Sono state effettuate indagini speciali sulla sua presenza al di fuori del corpo. Esso si trova nelle feci del meconio, così come nelle diete a base di latte e carne e nelle diete miste …”

[Theodor Escherich, 1886 – traduzione con dal tedesco col l’ausilio di “Google Translate“]


L’Escherichia Coli

Theodor Escherich (Ansbach, 29novembre 1857 – Vienna, 15febbraio 1911)

Frontespizio della monografia di Escherich sui batteri intestinali.

L’Escherichia Coli è la specie di batterio (Gram-negativo) più nota del genere Escherichia. Costituisce parte integrante della normale flora intestinale dell’uomo e di altri animali.
Da dove deriva il suo nome?
Il pediatra Theodor Escherich nacque in Baviera nel 1857. Dopo la morte della madre, all’età di dodici anni fu mandato a studiare in un collegio in Austria. Escherich iniziò i suoi studi di Medicina presso l’Università di Würzburg nel 1876. Dopo un servizio di 18 mesi in un ospedale militare di Monaco di Baviera, Escherich tornò a Würzburg nel 1882 per diventare assistente dell’internista Carl Jakob Adolf Christian Gerhardt (1833 – 1902). Escherich ottenne la sua laurea in Medicina nel 1882. Nel biennio successivo frequentò lezioni a Vienna e si occupò di batteriologia.


LA PASSIONE PER LA BATTERIOLOGIA

Tavola I tratta dall’opera di Escherich del 1886. La figura 1 mostra la presenza di batteri nelle feci di meconio di un neonato di 27 ore di vita. La figura 2 presenta gruppi di bastoncini snelli e corti, alcuni in coppia collegati in una disposizione irregolare (“Bacterium coli commune“) in feci neonato.

Tavola II tratta dall’opera di Escherich del 1886. La Fig. 4 mostra “Bacterium coli comune” di coltura di patate di 6 giorni.

Nell’agosto 1884 continuò il suo lavoro di ricerca a Monaco, dove la pediatria era stata istituita come dipartimento della facoltà di Medicina. Nell’ottobre 1884, le autorità bavaresi inviarono Escherich a Napoli per svolgere un lavoro di ricerca sull’attuale epidemia di colera. Escherich tenne una presentazione sul colera a Napoli il 3 dicembre 1884 a Monaco di Baviera, e il rapporto fu pubblicato lo stesso anno.

Poiché la pediatria non era ancora completamente sviluppata in Germania, nel 1884 Escherich studiò per un semestre a Vienna, in Austria, presso il rispettato “St. Anna Children’s Hospital” e frequentò le lezioni popolari di Hermann von Widerhofer (1832–1901). Von Widerhofer fu la prima Cattedra di Pediatria all’Università di Vienna e un pediatra di grande fama considerato il primo Professore “Ordinarius” delle Malattie dell’Infanzia. Il St. Anna Children’s Hospital, fondato nel 1837, era il terzo ospedale pediatrico più antico, dietro gli ospedali di Parigi, Francia e San Pietroburgo, Russia.
Nel 1886, dopo intense indagini di laboratorio, Escherich pubblicò una monografia sul rapporto dei batteri intestinali con la fisiologia della digestione nel bambino. Questo lavoro, presentato alla facoltà di Medicina di Monaco e pubblicato a Stoccarda, “Die Darmbakterien des Säuglings und ihre Beziehungen zur Physiologie der Verdauung” (“Enterobatteri dei bambini e loro relazione con la fisiologia della digestione“), sarebbe diventato il suo trattato di abilitazione e lo stabilì come il batteriologo leader nel campo della pediatria.


ESCHERICH ED IL BATTERIO DEL COLON

Ultima lezione di Theodor Escherich a Graz, 22 febbraio 1902. Moro sta alla destra di Escherich mentre fa un’iniezione a un animale e Meinhard von Pfaundler sta esaminando un bambino.

In questa pubblicazione Escherich descrisse un bacillo che chiamò “bacterium coli commune” (traduzione letterale dal latino “batterio comune del colon”) e che in seguito sarebbe stato chiamato “Escherichia Coli” nel 1958.
Nella monografia egli classificava diverse tipologie di batteri intestinali: obbligatori, facoltativi, del meconio. Il “Bacterium coli commune” fu collocato nella prima classe.

Egli descrisse anche e il “Bacterium lactis aërogenes” (ora noto come Klebsiella pneumoniae). Dimostrò le loro caratteristiche di fermentazione e la natura del gas prodotto durante la fermentazione e dimostrò che, in condizioni anaerobiche, la crescita dipendeva totalmente dalla fermentazione dei carboidrati.
Nel 1902 Escherich divenne professore di pediatria a Vienna. Egli è comunemente considerato il padre dell’infettivologia pediatrica. Escherich divenne famoso nel 1903 quando fondò la Säuglingsschutz (Società di difesa dell’infanzia) e iniziò una campagna di alto profilo per l’allattamento al seno. Morì a Vienna nel 1911.


riferimenti:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.