Storia della Novartis

BREVE STORIA DELLA COMPAGNIA FARMACEUTICA “NOVARTIS”


Cronistoria

La Novartis nasce nel 1996 dalla fusione di Ciba-Geigy Sandoz. A sua volta la Ciba-Geigy era nata nel 1970 dalla fusione di Ciba con Geigy. Vediamo dunque la storia di queste tre compagnie. 

 


Geigy 

Nel 1758 Johann Rudolf Geigy-Gemuseus inizia a Basilea la commercializzazione di materie chimiche, coloranti e farmaci di vario genere. Nel 1857 R. Geigy Merian (1830-1917), insieme a J. Muller-Pack, acquista un sito a Basilea dove due anni dopo inizia la produzione di fucsina sintetica.
Nel 1901 si ha la trasformazione in una “public limited company” e nel 1914 la compagnia prende il nome di J.R. Geigy Ltd. Nel 1935: produzione di insetticidi.
Nel 1938 la Geigy crea un dipartimento farmaceutico.
Nel 1939 un ricercatore della Geigy, Paul Müller, scopre l’efficacia del DDT, per cui gli verrà assegnato il Premio Nobel nel 1948. Il composto era stato originariamente creato nel 1873 da uno studente austriaco, senza ricevere particolari attenzioni. Il prodotto verrà abbondantemente usato nelle campagne antimalariche.
Nel 1949 la Butazolidina (un antinfiammatorio non steroideo) è il primo farmaco di rilievo della Geigy.
1956: Introduzione dei primi erbicidi triazinici (Simazina, Atrazina).
1958: Introduzione del TOFRANIL (imipramina), un antidepressivo triciclico, analogo imino-dibenzilico (numero di codice G22335) della clorpromazina. Il primo trial sull’imipramina venne fatto nel 1955 ed il primo report sulla sua azione antidepressiva era stato pubblicato nel 1957 dallo psichiatra austriaco Ronald Kuhn
1959: Introduzione del primo diuretico a lunga durata d’azione (clortalidone) per il trattamento dell’ipertensione.
1963: Introduzione del TEGRETOL (carbamazepina), un antiepilettico. 


Ciba 

Pubblicità (pubblicata sul British Medical Journal?) del Tofranil (1962).

Nel 1859 Alexander Clavel (1805-1873) avvia a Basilea la produzione di fucsina per la tintura della seta. Dal successivo nome dell’azienda, “Gesellschaft für Chemische IndustrieBasel “(1884), deriva l’acronimo Ciba, ufficialmente adottato nel 1945. Nel 1876 sono presenti filiali commerciali della compagnia in Europa ed USA.
Nel 1900 la Ciba produce le sue prime sostanze farmaceutiche, l’antisettico VIOFORM e l’antireumatico SALEN. Nel 1918 si ha la creazione della “Basler IG” tramite un accordo con Sandoz e Geigy. Nel 1950 la Basler IG verrà dimessa.
Nel 1924 sintesi nei laboratori Ciba della CORAMINA (aminofenazolo), un cardiotonico. Nel 1946 la resina epossica Araldite viene introdotta nel mercato delle colle. 
1954: Produzione di insetticidi. Nel 1963 viene introdotto DESFERAL (deferoxamina, un chelante del ferro) per il trattamento del sovraccarico di ferro ed alluminio collegato alla talassemia.

Ciba-Geigy 

1970: Fusione di Ciba e Geigy in Ciba-Geigy Ltd. Nel 1992 la compagnia introdusse il logo semplificato “Ciba” sebbene il nome ufficiale continuasse a rimanere Ciba-Geigy Ltd. Nel 1973 Ciba-Geigy lancia l’antinfiammatorio VOLTAREN (diclofenac). Nel 1975 introduzione dell’erbicida selettivo Dual. Nel 1978 introduzione del RIDOMIL (fungicida antiperonosporico).
1980: Istituzione di un’unità biotecnologica.
1981: introduzione del primo prodotto per il mal di viaggio ad uso transdermico (Scopoderm TTS), seguito l’anno dopo dal nitrato transdermico per il trattamento dell’angina pectoris. Nel 1987 Ciba Vision viene organizzata come una business unit della Ciba-Geigy.
Nel 1994 Ciba e Chiron formano una partnership strategica.


Sandoz 

La targa della compagnia del gruppo chimico Sandoz è visibile il 14 novembre 1986 nell’area industriale di Basilea accanto al logo della compagnia chimica e farmaceutica Ciba-Geigy. https://blog.tagesanzeiger.ch/nevermindthemarkets/index.php/35641/warum-die-basler-chemie-so-alt-ist/basel-industriezone-industrie-produktion-chemie-pharma-sandoz-ciba-geigy-cibageigy-novartis/

Nel 1886 Alfred Kern e Edouard Sandoz fondano a Basilea la società chimica Kern & Sandoz. Nel 1895 Sandoz produce la sua prima sostanza farmaceutica, l’antipirina, un antipiretico. Nel 1899 Sandoz avvia la produzione di saccarina.
Nel 1917 Sandoz istituisce al suo interno un dipartimento farmaceutico per Arthur Stoll (1887-1971) e avvia le attività di ricerca in questo settore. Nel 1918 Stoll isola l’ergotamina, un alcaloide della segale cornuta. In prodotto viene commercializzato con il nome GYNERGEN per il trattamento dell’emicrania.
Nel 1929 Introduzione del Calcium Sandoz, prodotto innovativo sul quale si basano le moderne terapie a base di calcio.
1958: Introduzione del neurolettico MELLERIL (tioridazina). Il farmaco verrà tolto dal commercio nel 2005 per la sua relazione con il prolungamento dell’intervallo QT e la morte cardiaca improvvisa.
Nel 1964 la Sandoz fonda il primo centro di ricerca al di fuori della Svizzera, a East Hanover (New Jersey, Stati Uniti). Nel 1967 fusione con la Wander Ltd e diversificazione dei prodotti dietetici (Ovaltine, Isostar).
Nel 1977 introduzione dello ZADITEN (ketotifene), farmaco ad uso antiallergico.
Nel 1982 introduzione dell’immunosopressore SANDIMMUN (ciclosporina), seguito dal NEOLAR. 

Novartis 

Nel 1996 Ciba e Sandoz si fondono per formare la Novartis. Nel 1998 la Commissione Europea approva L’EXELON (rivastigmina) per il trattamento del M. di Alzheimer.
Nel 2000 dalla fusione tra le attività Novartis Protezione Piante e Seeds e il settore Agrochemicals di AstraZeneca nasce Syngenta, il primo gruppo globale focalizzato esclusivamente sull’agribusiness. Nello stesso anno Novartis Generics annuncia l’acquisizione del business europeo dei generici di BASF Pharma.
Nel 2001 la FDA approva GLIVEC (imatinib mesilato) come prima linea nella terapia per la leucemia mieloide cronica. Nello stesso anno la FDA approva ZOMETA (acido zoledronico monoidrato) nel trattamento delle complicanze metaboliche associate al cancro.
Nel 2004 FEMARA (letrozolo) ottiene l’approvazione della FDA nel trattamento adiuvante del carcinoma mammario in fase precoce.
Nel 2006 viene completata l’acquisizione della Chiron Corporation.


Alcune Storie


Carbamazepina:

venne scoperta dal chimico Walter Schindler, della Geigy, a Basilea, in Svizzera. Nel 1960 Schindler riuscì a sintetizzare il farmaco, prima che le sue proprietà anti-epilettiche venissero scoperte. La carbamazepina venne commerciata inizialmente, nel 1962, come prodotto per trattare la nevralgia del trigemino. Essa viene usata come anticonvulsivante dal 1965 nel Regno Unito ma solo dal 1974 negli USA. Nel 1971 i dr Takezaki Hanaoka iniziarono ad usare la carbamazepina nei pazienti maniacali. 

Ciclosporina:

La ciclosporina A, la forma principale del farmaco, è un peptide non ribosomiale ciclico di 11 aminoacidi, prodotto dal fungo “Tolypocladium inflatum”, isolato per la prima volta da un campione di terreno di coltura norvegese. L’effetto immunosopressore della ciclosporina venne scoperto il 31/1/1972 da dipendenti della Sandoz a Basilea, in un test di screening congegnato ed implementato dal dr Hartmann F. Stahelin. Il dr Stahelin è anche lo scopritore dell’etoposide, farmaco usato in terapie oncologiche. Il successo della ciclosporina A nell’impedire la reazione di rigetto venne mostrato per la prima volta in un trapianto di fegato eseguito dal dr Thomas Starzl, dell’ospedale della University of Pittsburgh, nel 1980. 

Chiron Corporation:

La Chiron venne fondata nel 1981 da William Rutter, un ricercatore di biotecnologia della University of California presso San Francisco, Edward Penhoet e Pablo Valenzuela come compagnia impegnata nella ricerca biotecnologica di farmaci per il cancro, le malattie infettive e cardiovascolari. Il nome Chiron riprende il mitico centauro della mitologia greca maestro di medicina di Asclepio.
Poco dopo la sua fondazione, Chiron produce il primo vaccino con la tecnica dell’ingegneria genetica, per la prevenzione dell’epatite B e ne vende la licenza al gigante farmaceutico Merck & Co
Successivamente Chiron riesce a clonare per la prima volta i fattori di crescita epidermica con la tecnica della ingegneria genetica. Le proteine vengono commercializzate da Ethicon, compagnia che aveva sovvenzionato tale progetto.
Nel 1984 Chiron diventa la prima azienda a clonare un genoma di un virus AIDS chiamato HTLV-3. A metà anni ottanta viene costituita la divisione Biocine Company, una joint-venture con la Ciba Geigy. Nel 1988 Biocine richiede l’approvazione di un test di screening per l’AIDS ed inizia la ricerca per un vaccino contro il virus dell’HIV. L’anno seguente, Biocine acquisisce la canadese Connaught BioScences, una azienda produttrice di vaccini.
Gli studi sull’epatite portarono nel 1988 alla scoperta da parte della Chiron dell’epatite C. Per commercializzare i test di screening per l’epatite C, Chiron costituisce una Division con Johnson & Johnson Ortho Diagnostics Systems. Con il nome Chiron Diagnostics, la divisione sviluppò alcuni test di screening sul sangue per le varie forme di epatite.
Nel 1991 la compagnia acquista una sua rivale nel settore della biotecnologia, la Cetus Corporation per 650 milioni di dollari americani (USD). Il principale prodotto della Cetus era un trattamento per il cancro chiamato PROLEUKIN, commercializzato in Europa ma senza permesso di vendita da parte della FDA negli USA.
Nei primi anni novanta Chiron riorganizzò la sua attività in cinque settori: 1) il dipartimento di ricerca sul cancro venne fuso con la divisione oncologica della Cetus; 2)Chiron Diagnostics, la joint-venture con la Ortho Diagnostics, assorbì il settore di ricerca sull’HIV ed iniziò a sviluppare varie forme di test verso altri virus; 3) la nascente divisione oftalmica si fuse con la IntraOptics, Inc. per formare la Chiron IntraOptics, con lo scopo di produrre una linea di strumenti chirurgici per la cataratta ed i problemi di vista; 4)Biocine Company acquistò la divisione di vaccini per bambini della compagnia italianaSclavo SpA, e cambiò nome in Biocine Sclavo; 5) La quinta divisione, la Chiron Technologies venne creata per assorbire il settore di ricerca sui fattori di crescita e lo sviluppo di un farmaco per la sclerosi multipla, BETASERON (interferon beta-1b).
Nel 1993 Chiron ottenne l’approvazione per vendere BETASERON e raggiunse un accordo con la Berlex Laboratories della Schering AG per commercializzare il farmaco ricevendone il 25% degli introiti.
Nel 1994 la Ciba Geigy incrementò la sua partecipazione in Chiron raggiungendo il 49,9% delle azioni. L’acquisizione da parte della Chiron di partecipazioni presso la compagnia californiana Viagen e la divisione vaccini della Hoechst AG la posero in una posizione di supremazia presso il mercato dei vaccini in Europa.
Nel 1997 Chiron vende la sua divisione oftalmica alla Bausch & Lomb. L’anno successivo viene venduta alla Bayer AG la divisione Chiron Diagnostics per circa 1 miliardo di USD, sebbene conservando i suoi test per HIV ed epatite C.
Nel 1999 viene approvato in Gran Bretagna MENJUGATE, come vaccino contro la meningite meningococcica.
Nel 2000 Chiron ha raggiunto un accordo di 700 milioni di dollari con una compagnia di Seattle, la PathoGenesis Corporation, per l’acquisto di un prodotto della loro pipeline, l’antibiotico per via inalatoria, TOBI (soluzione inalatoria di tobramicina), studiato per il trattamento delle infezioni croniche polmonari nella fibrosi cistica. 

Cetus Corporation:

La Cetus è stata una delle prime compagnie sorte nel campo della biotecnologia. Essa venne costituita nel 1971 a Berkeley, California, da Ronald E. Cape,Peter Farley e Donald A. Glaser (neurobiologo e vincitore del Nobel per la Fisica nel 1960 per l’invenzione della camera a bolle).
I primi sforzi della compagnia furono rivolti allo sviluppo di metodo automatizzati per selezionare microrganismi industriali che potessero produrre grandi quantità di farmaci e componenti per vaccini. Cetus, insieme alla Triton Bioscences, riuscì a clonare e sviluppare il beta-interferon. Sfortunatamente, la proteina risultante non soddisfò le aspettative sulla presunta attività anti-cancro, e solo dopo qualche anno verrà approvata come farmaco (nome commerciale BETASERON) nel trattamento della sclerosi multipla.
A metà degli anni ottanta si iniziò la clonazione e la produzione dell’interleukina-2. Nel 1990 la FDA negò l’approvazione all’uso clinico richiedendo maggiori informazioni (Il farmaco verrà approvato due anni dopo la vendita della Cetus e distribuito con il nome commerciale PROLEUKIN). 
Gli sforzi di ricerca della Cetus hanno prodotto un’altra grande invenzione: la PCR (Polymerase Chain Reaction), inventata da Kary Mullis, che riceverà per questo il Nobel per la Chimica nel 1993.
Le perdite prodotte dalla mancata approvazione dell’interleukina-2 spinsero la Cetus a cedere i diritti della PCR alla svizzera Roche. Nonostante tale vendita, le perdite continuarono e nel 1991 la compagnia fu acquisita dalla Chiron Corporation.


La Compagnia Oggi (2007)


La Novartis, con sede a Basilea occupa circa 100.000 dipendenti ed è presente in circa 140 paesi. Il suo fatturato dichiarato nel 2007 è stato di quasi 40 miliardi di dollari americani (USD).
Le attività del Gruppo Novartis fanno capo a quattro grandi divisioni:

  • Farmaceutici (Fatturato 2007 di circa 24 miliardi di USD). Il farmaci best-sellers di questo anno sono stati DIOVAN (valsartan), antipertensivo con incassi per circa 5 miliardi di USD; GLIVEC (imatinib), con incassi di circa 3,1 miliardi di dollari; e ZOMETA, con incassi per 1,3 miliardi di USD.

  • Vaccini & Diagnostica (Chiron Business), con un fatturato nel 2007 di circa 1,5 miliardi di USD,

  • Farmaci Generici (Sandoz), con un fatturato nel 2007 di circa 7 miliardi di USD,

  • Consumer Health (prodotti per automedicazione, detti OTC, salute animale, lenti a contatto e prodotti per la cura dell’occhio), con un fatturato nel 2007 di circa 5,5 miliardi di USD.


La divisione farmaceutici, ‘core business’ del Gruppo, è organizzata in business unit e business franchise che operano nelle principali aree terapeutiche di Medicina Generale e specialistiche: cardiovascolare, sistema nervoso centrale, apparato respiratorio, metabolismo osseo, malattie infiammatorie, gastroenterologia, oncologia, trapianti e immunologia, oftalmologia.


La R&D (2007)

Le attività di Ricerca & Sviluppo Novartis si articolano a livello internazionale, attraverso una vasta rete di centri di ricerca e laboratori. In questo settore sono impegnati oltre 13.000 collaboratori. La compagnia ha investito nel 2007 circa 6,4 miliardi di USD in R&D.
Le attività di ricerca farmaceutica Novartis sono oggi gestite principalmente dal network mondiale dei NIBR (Novartis Institutes for Biomedical Research), con sede centrale a Cambridge, negli USA, e insediamenti in Svizzera, Gran Bretagna, Austria e Giappone. I Novartis Institutes for Biomedical Research sono impegnati nella ricerca nell’ambito della post-genomica. La struttura dei NIBR, di recente costituzione, è in fase di continua crescita: sono programmati 4 miliardi di dollari di investimenti nei prossimi 10 anni.

La Pipeline della Novartis comprende attualmente più di 130 nuovi progetti. Il sito della Novartis contiene anche dei link cui collegarsi se uno decide di partecipare ad uno dei trial clinici (come oggetto di studio). Tra i cardiovascolari sono sotto studio L’EXFORGE (amlodipina + valsartan) e TEKTURNA (aliskiren) per il trattamento dell’ipertensione.
Altri prodotti in fase avanzata di studio sono GALVUS (vildagliptin), trattamento orale per il diabete tipo due; FTY720 /fingolimod), terapia orale per la sclerosi multipla; QAB149 (indacaterol), beta-agonista broncodilatatore; RAD 001 (everolimus), terapia orale in tumori multipli; SOM230 (pasireotide), analogo di nuova generazione della somatostatina.


La Compagnia in Italia 

In Italia la Novartis conta oltre 3.600 collaboratori. La sede centrale è a Origgio, in provincia di Varese, mentre gli altri maggiori insediamenti si trovano a Siena e Rosia, Torre Annunziata (NA), Rovereto (Trento) e Marcon (VE). L’organizzazione è coerente a quella del gruppo internazionale ed in Italia l’azienda capogruppo, cui fa capo la divisione dei Farmaceutici, è la Novartis Farma.
Nel 2006, gli investimenti di Novartis in Italia hanno raggiunto la cifra di 168 milioni di euro, che comprendono spese di Ricerca & Sviluppo per oltre 110 milioni di euro. Lo stabilimento di Torre Annunziata (NA) si è confermato nel 2006 come uno dei poli produttivi più importanti di Novartis. Nel 2006, il volume di produzione ha raggiunto gli 87 milioni di confezioni di farmaci in forma solida esportati in 100 mercati, oltre a 1,5 miliardi di compresse.


FONTI 
Articolo tratto dai siti novartis.comnovartis.itFundinguniverse Paul Muller,Chiron.comFundinguniverse
Citazioni da Wikipedia: 1) Novartis 2) DDT 3) Antidepressivi Triciclici 4)Carbamazepine 5) Ciclosporin 6) H. F. Stahelin 7) MELLERIL 8) Imatinib 9) Cetus Corporation 10) PROLEUKIN 11) Donald A. Glaser 12) Kary B. Mullis

Autore: Dott. Concetto De Luca (14/04/2008) 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.