Sperimentazione animale e sviluppo del progresso biomedico: Luigi Rolando

Sperimentazione Animale e Sviluppo del Progresso Biomedico: Luigi Rolando

Luigi Rolando (Torino, 16 giugno 1773 – Torino, 20 aprile 1831)

Una delle opere miliari nello sviluppo della conoscenza de sistema nervoso è stato il “Saggio sopra la vera struttura dell’uomo e degli animali e sopra le funzioni del sistema nervoso” del neurofisiologo torinese Luigi Rolando pubblicato ad inizio ottocento. A Rolando sono stati dedicati diversi eponimi come la scissura di Rolando e l’area di Rolando.
Il suo merito è stato quello di aver scoperto diverse funzioni del cervello, cervelletto e midollo spinale con la clinica medica ma soprattutto attraverso esperimenti su diversi tipi di animali.
Dal punto di vista letterario il suo Saggio, pubblicato a Sassari nel 1809 per la prima volta, rappresenta una delle opere più importanti di Fisiologia mai scritte in lingua italiana. Un patrimonio importante, in considerazione del fatto che, molto probabilmente, non verranno mai scritte più opere di tal valore nella nostra lingua.


BREVE BIOGRAFIA

Rolando studiò prima filosofia, quindi si iscrisse a Medicina, dove fu allievo di Gian Tommaso Anforni e di Gianfrancesco Cigna e si laureò nel 1793. Fu aggregato al Collegio medico nel 1802. Nel 1804 fu chiamato a Sassari, dove la corte sabauda era stata costretta a rifugiarsi dopo l’occupazione napoleonica, da Giuseppe Audiberti, archiatra di Vittorio Emanuele I. In quella circostanza, fu nominato professore di Medicina Pratica nell’Università di Sassari.
Prima di recarsi nell’isola, fondamentale fu il passaggio da Firenze, dove incontrò Felice Fontana e Paolo Mascagni.
Dopo la Restaurazione venne nominato medico di corte. Inoltre, nel 1814 gli fu conferita la cattedra di Anatomia all’università di Torino e vi fondò un Museo che oggi porta il suo nome, ove è possibile ritrovare altri illustri nomi della medicina quali Carlo Giacomini. Insegnò anche presso l’Accademia delle Belle Arti e venne eletto membro dell’Accademia delle Scienze.


la vera struttura del sistema nervoso

Questa citazione è tratta dall’Introduzione della terza parte del Saggio, quella che tratta della fisiologia del sistema nervoso periferico:

“Indagini anatomiche sul sistema nervoso non mai interrotte pel corso di più lustri: ricerche sottilissime sull’apparato cerebro-spinale mi hanno messo in grado di far conoscere la vera struttura di queste parti, e la disposizione delle loro fibre. Tentativi d’ ogni genere su d’un numero infinito di esseri viventi, e sui loro primordi non potevano a meno di procurarmi nozioni più estese e più fondate sulle funzioni de’ nervi, che ho dovuto considerare, come conduttori di forze e di effetti, che o partono dall’encefalo, od a questo si dirigono.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *