Renè Leriche, la Scuola di Strasburgo e la chirurgia vascolare

Renè Leriche e la Scuola di Strasburgo, culla della chirurgia vascolare

L’identità della chirurgia vascolare come specialità importante della chirurgia, non solo in Europa ma anche a livello internazionale, iniziò ad emergere negli anni trenta del novecento presso la famosa Scuola di Renè Leriche (12ottobre 1879 – 28dicembre 1955)a Strasburgo. In questa Clinica molti giovani chirurghi europei e l’americano Michael E. DeBakey (Lake Charles, 7settembre 1908 – Houston, 12luglio 2008) effettuarono il loro addestramento furono indottrinati dalle meravigliose idee e dall’esperienza di Leriche concernenti la fisiopatologia ed il trattamento delle malattie arteriose. Tra i pupilli di Leriche vi furono oltre al sopracitato Michael E. DeBakey (USA) anche Nicolas Christeas (Grecia), Joao Cid dos Santos (Portogallo; 5agosto 1907 – 4novembre 1975), René Fontaine, Jean Kunlin (Francia) ed altri ancora.


Leriche e l’aorta

1935 circa: Renè Leriche opera nella Clinica di Strasburgo assistito da N. Christeas. Tra gli osservatori anche Michael DeBakey .

Renè Leriche, di Lione, divenne direttore di una Clinica Chirurgica a Strasburgo, ed in seguito a Parigi. Egli descrisse l’occlusione dell’aorta terminale, una condizione che fu chiamata Sindrome di Leriche. Per il trattamento dell’occlusione dell’aorta addominale egli eseguì simpatectomie lombari con o senza escissione del segmento aortico occluso. Certamente egli pensò che il trattamento appropriato avrebbe dovuto essere la resezione dell’aorta occlusa e la sua sostituzione con un’altra arteria, come Alexis Carrel (Sainte-Foy-lès-Lyon, 28giugno 1873 – Parigi, 5novembre 1944) aveva fatto sperimentalmente, anche se a quel tempo non vi fosse alcun modo di sostituire arterie malate nell’Uomo.

Egli eseguì con R. Fontaine, suo successore a Strasburgo, il blocco del ganglio stellato per cercare di contrastare gli spasmi arteriosi in condizioni patologiche come embolia polmonare, angina pectoris ed condizioni vasospastiche quali la Sindrome di Raynaud. Questi metodi furono usati per molti anni nella pratica angiologica.


tratto da: 

 

Un pensiero su “Renè Leriche, la Scuola di Strasburgo e la chirurgia vascolare


  1. Sono tutt’ora un importante punto di riferimento.
    Antonio Maxia, Chirurgo Vascolare, Cagliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.