Ralph Steinman, un grande dell’immunologia

RALPH STEINMAN, UN GRANDE DELL’IMMUNOLOGIA

Ralph Marvin Steinman (14gennaio 1943 – 30settembre 2011)

Nasceva esattamente 78 anni fa, il 14 gennaio 1943, il grande biologo canadese di origini ebraiche ashkenazite Ralph Marvin Steinman.

Nel 1973, all’età di soli 30 anni, mentre lavorava presso il laboratorio del professore Zanvil A. Cohn, alla “Rockefeller University” di New York, Steinman scoprì e definì la funzione immunitaria di un tipo di cellula che chiamò “cellula dendritica“.
In esperimenti di colture cellulari, egli dimostrò che le cellule dendritiche possono attivare le cellule T, un tipo di cellula che ha un ruolo chiave nell’immunità adattativa e sviluppa una memoria immunologica contro molte sostanze diverse.


LE CELLULE DENDRITICHE

Le cellule dendritiche erano già state descritte per la prima volta dal grande patologo tedesco Paul Langerhans (Berlino, 25luglio 1847 – Funchal, 20luglio 1888) (da cui le cellule di Langerhans) alla fine del XIX secolo, ma Steinman ne definì la funzione.
Dal 1973, per i successivi quattro decenni, fino alla sua morte, il laboratorio di Steinman è stato in prima linea nella ricerca sulle cellule dendritiche.
A partire dal 1978, egli divenne direttore del “Journal of Experimental Medicine” e ne fu una delle forze guida. Egli fu anche advisory editor di riviste scientifiche come “Human Immunology“, the Journal of Clinical Immunology, the Journal of Immunologic Methods ed i Proceedings of the National Academy of Sciences.
Per i primi due decenni della ricerca di Steinman, le cellule dendritiche sono state sottovalutate, ma a metà degli anni ’90 la comunità scientifica ha iniziato a riconoscere il suo lavoro sul loro ruolo critico nel sistema immunitario.


riconoscimenti

Da allora, Steinman ha ricevuto numerosi riconoscimenti.
Il 3 ottobre 2011 l’Accademia Svedese delle Scienze gli volle riconoscere l’onorificenza del Premio Nobel per la Medicina, ma Steinman era già morto, di cancro, da tre giorni. Il premio gli venne comunque attribuito (“per la sua scoperta della cellula dendritica e del suo ruolo nell’immunità adattativa“) ed il discorso di ringraziamento fu tenuto il 7 dicembre di quell’anno presso il Karolinska Institutet di Stoccolma da un collega, il dott. Michel C. Nussenzweig.


RIFERIMENTO:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.