Primi esperimenti sulla secrezione pancreatica e studio del duodeno: Johann Brunner

PRIMI ESPERIMENTI SULLA SECREZIONE PANCREATICA: Johann Brunner

Johann Conrad Brunner (16gennaio 1653 – 2ottobre 1727), un anatomista svizzero, esplorò con esprimenti sui cani la funzione del pancreas.

Nel suo primo esperimento del 1673 Brunner rimosse il pancreas di un cane e riportò che l’animale sopravvisse per tre mesi.
Brunner eseguì il suo più famoso esperimento nel 1683. Dopo aver rimosso il pancreas di un cane egli notò “nel quarto giorno [il cane] era assettato e beveva in continuazione da un ruscello che scorreva nella città”.

Il cane morì nel ottavo giorno dell’esperimento.
Nonostante i sintomi prodotti sui cani durante gli esperimenti, Brunner non fece alcuna associazione con il diabete. 


PANCREAS E DUODENO

Ritratto di Johann Conrad Brunner.

Brunner pubblicò le sue scoperte sulla ricerca sul pancreas in un trattato intitolato “Experimenta Nova circa Pancreas. Accedit diatribe de lympha & genuino pancreatis usu” (Nuovi esperimenti sul pancreas. Inoltre diatriba sulla funzione genuina del pancreas e della linfa).

Nel 1687 descrisse nel “De glandulis in duodeno intestinale detectis” le ghiandole tubuloalveolari nello strato sottomucoso del duodeno, che in seguito furono chiamate ghiandole di Brunner.

Tuttavia, pare che tali strutture anatomiche siano state scoperti prima da suo suocero, il grande medico ed anatomista Johann Jakob Wepfer (23dicembre 1620 – 28 gennaio 1685).


LE GHIANDOLE DEL DUODENO

Il duodeno è sede e domicilio di ghiandole; tali ghiandole sono caratteristiche e non si trovano in altra parte dell’intestino così caratteristiche per aspetto e massa, afferma il Brunner nel “De glandulis in duodeno intestinale detectis“.
Vengono proposti duodeni di diversi animali (uomo, cavallo, castoro, bue, maiale, cane, ecc.) e descrive le differenze tra le ghiandole del duodeno e quelle del pancreas.
Egli propone in tale opera una tavola sul duodeno umano in cui indica : A) porzione terminale dello stomaco; B) la tunica fibrosa o muscolare separata dalla porzione ghiandolare e ripiegata su sè stessa; C) Dotti biliari porosi nell’intestino tenue; D) tunica interiore ghiandolare …; d) ghiandole di primo ordine e maggiori; e) ghiandole di secondo ordine e minori e più rare; f) ghiandole di terzo ordine, le più piccole di tutte; G) spille, attraverso le quali l’intestino è stato appeso.


tratto da:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.