L’Oplomoklion di Fabrizio d’Acquapendente

L’OPLOMOKLION DI FABRIZIO D’ACQUAPENDENTE

🟢 L’oplomoklion congegnato dal grande anatomista e chirurgo italiano Girolamo Fabrizio d’Acquapendente (1537-1619) è la prima immagine storica di un esoscheletro umano completo. Esso compare in due tavole (anteriore e posteriore) nell’opera chirurgica di Fabrizio pubblicata postuma in lingua italiana nel 1685.
L’opera chirurgica è un suo manuale chirurgico che funge da addendum ai cinque libri già pubblicati dal titolo “Il Pentateuco“. I primi lavori chirurgici di Fabrizio furono pubblicati per la prima volta nel 1582.


le tavole

 🟡 Le due tavole dell’OPLOMOKLION furono incise da Giovanni Giorgi (attivo fra il 1617 e il 1656), prese dall’edizione di Matteo Cadorino. In esse compare anche il nome di Angelus Carlescus Pordononens, inventore patavino.
Un modello in ferro della collezione dello “Science Museum” di Londra (numero oggetto A73318) ha una sorprendente somiglianza con l’Oplomoklion di Fabricius. Ciò dimostra i mezzi innovativi di insegnamento e ricerca esistenti a Padova all’epoca. Infatti, un passaggio del medico Antonio Vallisneri (1661-1730) indica che questo straordinario dispositivo è stato effettivamente costruito in scala reale ed utilizzato.


riferimenti:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.