Il laringoscopio a lama curva di Macintosh

IL LARINGOSCOPIO A LAMA CURVA DI MACINTOSH

“Macintosh fu un anestesista clinico con la missione di rendere l’anestesia più sicura, e lo fece in vari modi. Amava insegnare, specialmente in piccoli gruppi e in teatro … Ha anche scritto molto, articoli e diversi libri di testo classici, la maggior parte di questi ultimi tradotti in altre lingue. Soprattutto, ha identificato le carenze nella teoria e nella pratica dell’anestesia che hanno influito sulla sicurezza dei pazienti, … e ha ottenuto finanziamenti per gli infermieri per assistere gli anestesisti”.

[https://rcoa.ac.uk/prof-sir-robert-reynolds-macintosh]


IL LARINGOSCOPIO DI MACINTOSH

Prima del 1943, allorchè il dott. Robert Reynolds Macintosh, titolare della cattedra di Anestesia ad Oxford, introdusse la sua lama curva, la maggior parte delle lame dei laringoscopi erano lunghe e dritte. Le lame dritte venivano usate per tenere in maniera diretta l’epiglottide.
La lama curva di Macintosh lavora in maniera diversa: essa apre in maniera indiretta l’epiglottide applicando una pressione nello spazio tra la radice della lingua e l’epiglottide, chiamato “vallecula“. Macintosh era nato in Nuova Zelanda e nel febbraio del 1937 divenne il primo professore di Anestesia al di fuori degli Stati Uniti.


il laringoscopio a lama curva

Robert Reynolds Macintosh (17ottobre 1897 – 28agosto 1989)

Sotto questo punto di vista, la lama curva di Macintosh rappresenta l’evoluzione di uno strumento (the Boyle-Davis Mouth Gag) usato per la tonsillectomia. The Boyle-Davis mouth gag (BDG) è uno strumento utilizzato per visualizzare l’orofaringe e stabilizzare il tubo tracheale durante la tonsillectomia.
Macintosh aveva infatti ipotizzato che questa sorta di “apribocca con una lama ricurva“, in grado di elevare indirettamente l’epiglottide ed esporre l’apertura laringe, avrebbe potuto diventare un punto di partenza per il suo laringoscopio.
Anche la flangia che corre sul bordo inferiore sinistro della lama di Macintosh era un’innovazione. Essa era congegnata per spostare la lingua sul lato, permettendo di migliorare la visuale della laringe e aprendo uno spazio maggiore al tubo utilizzato per intubare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.