La satira verso i medici durante la Belle Epoque

LA SATIRA VERSO I MEDICI DURANTE LA BELLE EPOQUE

Una vignetta satirica rivolta al mondo della Medicina. “E qui abbiamo una bella fistola” esclama il primario durante il giro visita. Risposta della fistola (anale): “Grazie. Nessuno aveva mai parlato così bene di me!”.

La rivista francese ‘L’assiette au beurre‘ fu pubblicata per circa 10 anni (dal 1901 al 1912) per un totale di circa 600 numeri e 9.600 vignette.
La rivista aveva la caratteristica di occuparsi di argomenti disparati (dall’atrocità della guerra alle frivolezze dei cafè chantant) prediligendo le immagini al testo. Un numero di questi, nel 1902, fu dedicato ai medici. 
In questa foto il codazzo di medici ed infermiere durante il giro visite in corsia è il tema della scenetta.
In un altra vignetta, un medico particolarmente eccitato, palpa le chiappe di una paziente attempata mentre le ausculta il torace.
Una rappresentazione stilizzata della categoria viene fuori da queste immagini satiriche: i medici come personaggi avvezzi più al sesso, al denaro ed alle mostruosità anatomiche piuttosto che alla cura efficace dei pazienti e delle loro malattie.
A questa si aggiunge quella dello scienziato pazzo; ma lì il target cambia un pò…


VEDI:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.