I dispositivi di assistenza ventricolare (VAD)

I DISPOSITIVI DI ASSISTENZA VENTRICOLARE (VAD)

I VAD non sono dei cuori artificiali che sostituiscono l’organo nella sua intera funzione, ma degli strumenti utilizzati per migliorare la funzione di pompa del singolo ventricolo sinistro (LVAD), del singolo ventricolo (RVAD) o di entrambi i ventricoli (BiVAD) in quei pazienti affetti da grave insufficienza cardiaca che non sono idonei al trapianto o che sono in attesa di essere trapiantati.
Il primo VAD venne impiantato nel 1966 dal grande cardiochirurgo statunitense Michael DeBakey (1908-2008) in una donna di 37 anni.
Ad oggi, secondo Wikipedia, il paziente che è sopravvissuto per maggior tempo con un VAD a permanenza è un signore inglese nato nel 1938, che ricevette l’impianto nel 2000 e lo mantenne fino al giorno della sua morte nel novembre 2007.
I VAD possono funzionare come delle pompe pulsatili o a flusso continuo.


Vedi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.