Henry Jacob Bigelow, uno dei padri della chirurgia statunitense

Henry Jacob Bigelow, uno dei padri della chirurgia statunitense

“Il 16 ottobre 1846, è stato eseguito un intervento chirurgico in ospedale su un paziente che aveva inalato un preparato somministrato dal dottor Morton, dentista di questa città, con la presunta intenzione di produrre insensibilità al dolore. Si diceva che il dottor Morton abbia estratto dei denti in circostanze simili, all’insaputa del paziente.

La presente operazione è stata eseguita dal dottor Warren, e sebbene relativamente leggera, ha comportato un’incisione vicino alla mascella inferiore di alcuni pollici di estensione. Durante l’operazione il paziente ha mormorato, come in stato di semicoscienza, e poi ha affermato che il dolore era notevole, anche se attenuato; nelle sue stesse parole, come se la pelle fosse stata graffiato con una zappa.
C’era, probabilmente, in questo caso, qualche difetto nel processo di inalazione, poiché il giorno seguente il vapore fu somministrato ad un altro paziente con completo successo. Un tumore lipidico di notevoli dimensioni è stato asportato, dal Dr. Hayward, dal braccio di una donna vicino al muscolo deltoide.

[H. J. Bigelow, “Insensibility during Surgical Operations Produced by Inhalation“]


IL DOTT. BIGELOW

Henry Jacob Bigelow (1854 circa)

Henry Jacob Bigelow (11marzo 1818 – 30ottobre 1890) fu insigne chirurgo e professore di chirurgia alla Harvard University.

Il suo articolo del 1846 “Insensibility during Surgical Operations Produced by Inhalation“, in cui descriveva la scoperta dell’anestesia con etere, è stato eletto dai lettori del New England Journal of Medicine come il più importante articolo dei 200 anni di questa importante rivista medica.
Egli divenne noto anche per la sua descrizione dell’articolazione dell’anca e per il suo trattamento dei pazienti con calcoli renali. In particolare, Bigelow descrisse dettagliatamente la struttura e la funzione del legamento ad Y (detto anche legamento ileo-femorale) dell’articolazione dell’anca che porta ancora il suo nome


antivivisezionista e professore di chirurgia

Immagini di fratture femorali disegnate da Wallis per Bigelow.

Bigelow fu un fervente antivivisezionista. Celebre è la sua frase: «Verrà un tempo in cui il mondo guarderà alla moderna vivisezione in nome della Scienza come adesso si guarda ai roghi in nome della Religione». Ma, ben oltre un secolo dopo tale affermazione, pare ancora che questo tempo non sia ancora arrivato. 

Henry Jacob Bigelow impiegò l’artista Oscar Wallis in maniera esclusiva dal 1848 al 1854 per disegnare una serie di acquerelli che ne illustrassero le lezioni presso la scuola di Medicina di Harvard. Gli acquerelli furono trasferiti al Warren Anatomical Museum tra il 1890 ed il 1930.

Nel 1878 pubblicò “Lithotrity by a Single Operation“, in cui descriveva la sua tecnica per “la frantumazione e la rimozione di un calcolo dalla vescica in una sola seduta“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.