Gli esordi della insulinoterapia: il dr Geyelin

FOTO DAVVERO FONDAMENTALI NELLA STORIA DEL DIABETE INSULINO-DIPENDENTE GIUNGONO DAL 1922 dal dr Geyelin

 

This is the front page from, March 22/1922. It talks of the Banting and Best accomplishments regarding insulin and diabetes cure. (Michael Bliss supplied this page. Banting’s photo was cut out of the Star’s copy before it was microfilmed)

Siamo agli inizi degli anni venti del novecento: la storia dei bambini diabetici cambia positivamente in maniera drammatica.
Prima di allora il progresso rapido verso gli stadi del coma diabetico era solo lievemente rallentato da rimedi dietetici. L’evoluzione era impietosa: aumento della glicemia e dell’escrezione di zuccheri nelle urine con forte poliuria, sete, stato di profonda disidratazione e deperimento psico-fisico fino allo stato di coma ed alla morte.
Nell’agosto 1921 i dottori Frederick Grant Banting (1891-1941) e Charles Herbert Best (1899-1978) estraggono per la prima volta, a Toronto, dai loro cani ‘pancreastomizzati’, l’insulina. Solo dopo pochi mesi, ad inizio del 1922, in Canada, l’insulina, purificata dal dr James Collip (1892-1965), viene somministrata in terapia nei paziente diabetici che iniziano a provenire da tutto il Nord America.


inizia l’era dell’insulino-terapia

una paziente del dr Geyelin

I risultati sono incredibili: tanti bambini vengono sottoposti a terapia con insulina e passano dagli stadi di coma ad una condizione di buona salute psico-fisica.
Ma le avversità che devono affrontare i primi diabetologi sono davvero tante: devono capire il dosaggio terapeutica dell’insulina, i livelli di glicemia e glicosuria accettabili, ed infine il peso e condizioni da raggiungere clinicamente in questo stato morboso endocrinologico.
In tale era precoce nella lotta al diabete, le foto del dr. Henry Rawle Geyelin (1883-1942) – come queste del 1922 in cui è fotografata una piccola paziente prima e poco dopo terapia insulinica – sono una pietra miliare della lotta della Medicina al diabete, e segnano l’inizio dell’epoca della speranza.
Foto così, con queste drammatiche trasformazioni corporee ottenute grazie alla terapia insulinica difficilmente ne vedremo più, sia per la precocità della diagnosi e della terapia, sia perchè il monitoraggio degli effetti dell’insulino-terapia si fa con protocolli precisi che controllano la glicemia e l’emoglobina glicosilata piuttosto che le variazioni di peso corporeo.
Foto come queste sono da conservare nella memoria e nel cuore della Medicina con senso di profonda gratitudine verso coloro che hanno permesso simili successi sperimentali e clinici.


[by dr Concetto De Luca]


riferimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.