Epoche della cardiochirurgia durante il novecento

EPOCHE DELLA CARDIOCHIRURGIA DURANTE IL NOVECENTO

Dwight Emary Harken (1910–1993)

Quando il grande chirurgo Dwight Harken tenne la prima “Laurence Brewster Ellis lecture” al Boston City Hospital il 5 novembre 1965, egli sostenne che l’inizio della moderna era della chirurgia cardiaca risaliva alla fine del XIX secolo. Inoltre, egli descrisse quattro epoche principali nell’evoluzione della chirurgia a partire da quel periodo.

A) Il primo periodo fu la chirurgia diretta verso le grandi arterie, il pericardio e le ferite da arma bianca al cuore. Questo fu il periodo della chirurgia extracardiaca. Comunque, i suoi inizi possono essere fatti risalire ancora oltre il periodo stabilito da Harken nella fine del XIX secolo. Le ferite da arma bianca del cuore venivano trattate nei campi di battaglia già molto tempo prima e trattate con urgenza senza il beneficio dell’anestesia.

B) La seconda era consistette nei tentativi, inizialmente alla cieca, di rimozione di corpi estranei dall’interno del cuore e dopo nella chirurgia delle valvole cardiache e dei difetti settali. Dwight Harken giocò un ruolo importante nello sviluppo delle tecniche chirurgiche durante questa era e fornì l’esperienza necessaria per gli sforzi pionieristici nella riparazione dei difetti settali e delle lesioni valvolari.


C) La chirurgia a cuore aperto fu la terza fase evolutiva. Essa necessitò per l’implementazione dell’introduzione dell’ipotermia e bel bypass cardiopolmonare.

D) L’ultima fase è quella della sostituzione (tecniche di sostituzione valvolare e trapianto).

Alla fine del novecento rimangono ancora molti ostacoli. Dal punto di vista di Harken (1965) questa era allo stadio primordiale e piena di incognite. Lo sviluppo di materiale sempre più idonei alle sostituzione protesiche e la terapia antirigetto nei trapianti ha permesso notevoli progressi anche di tali pratiche.


vedi:
  •  “The History of Cardiology” del prof. L. Acierno, 1994

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *