Due pionieri della genetica

DUE PIONIERI DELLA GENETICA


In questa foto sono immortalati due giganti della genetica del novecento: Barbara McClintock (1902-1992) ed Alfred Hershey (Owosso, 4dicembre 1908 – Syosset, 22maggio 1997) .


Barbara McClintock

Studiando le pannocchie di granoturco, la dottoressa McClintock scoprì tra gli anni ’30 e ’50 del novecento l’esistenza dei ‘trasposoni‘, ovverosia porzioni di DNA in grado di spostarsi da un cromosoma all’altro.
La reazione della comunità scientifica fu diffidente, se non apertamente ostile. In quegli anni, le donne venivano ancora sottostimate in ambito scientifico, e questo non aiutò la McClintock ad essere creduta.
In aggiunta a ciò, le sue conclusioni erano tanto innovative e rivoluzionarie da essere in contrasto con la visione scientifica del tempo, che voleva i geni come entità fisse sui cromosomi, incapaci di spostarsi.


Alfred Hershey

Alfred Hershey e la sua assistente Martha Chase (Cleveland Heights, 30novembre 1927 – Lorain, 8agosto 2003), nel 1952, al Cold Spring Harbor Laboratory di New York, dimostrarono usando traccianti radioattivi, che il materiale genetico di alcuni batteriofagi (virus che infettano i batteri) risiede nel DNA ed è responsabile delle capacità infettive.
L’esperimento di Hershey-Chase provò definitivamente che il materiale genetico è costituito da DNA e non da proteine, come creduto da molti chimici dell’epoca.


LA FOTO

La foto non è datata ma quasi certamente è stata scattata al “Cold Spring Harbor Laboratory” di New York (CSHL), una culla della genetica moderna.
Tra gli anni ’40 e ’60 del novecento, il genetista Milislav Demerec (11gennaio 1895 – 12aprile 1966), direttore del CSHL, era solito tenere dei simposi estivi in cui i grandi geni della genetica del periodo erano soliti incontrarsi e tenere conferenze sulla nascente biologia molecolare.


riferimenti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.