Dalla microscopia ottica alla nanodimenesione

DALLA MICROSCOPIA OTTICA ALLA NANODIMENSIONE

Nella foto immagine epifluorescente di tre componenti in una cellula umana cancerosa in fase di divisione. il DNA è colorato in blu, una proteina del centromero, chiamata INCENP, è verde, ed i microtubuli sono rossi.
Ogni componente fluoroscopico è visibile in maniera separata usando una differente combinazione dell’eccitazione e filtri di emissione, e le immagini sono catturate sequenzialmente usando una camera digitale CCD, e dopo sono state sovrapposte per dare un’immagine completa.

Nel 2014 il Premio Nobel per la Chimica è stato consegnato ai ricercatori Eric Betzig, William Moerner e Stefan Hell per “lo sviluppo della microscopia a fluorescenza che ha condotto la microscopia ottica nell’era della nanodimensione sorpassandone i limiti

vedi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *