Conseguenze e trattamento dell’onanismo in un trattato dell’ottocento

NON SOLO CECITA’: LE INCREDIBILI CONSEGUENZE DELL’ONANISMO (MASCHILE E FEMMINILE):

figura 259 dell’opera di Jozan

Le alterazioni locali che la masturbazione produce negli uomini sono: perdite seminali, rilassamento dei condotti eiaculatori, indebolimento e perdita della virilità, che in una parola producono ‘invecchiamento precoce’. Mentre le alterazioni locali nelle donne sono: malattia dell’utero con infiammazione del collo e del corpo di quest’organo, rilassamento dei legamenti, ulcerazioni, perdite di sangue, formazioni biancastre e cancro.

Gli effetti generali sui vari sistemi dell’organismo, in principale quello nervoso sono: indebolimento della memoria e dell’intelligenza, tendenza all’isolamento, idiotismo ed alienazione mentale;
sul sistema respiratorio: dolori dorsali, catarro polmonare e tisi;
sul sistema circolatorio: oppressione, palpitazioni nervose, aneurismi;
sul sistema digestivo: gastrite, gastralgie, borborigmi, digestione lenta, costipazione, emorroidi;
sugli apparati sensitivi (in particolare vista ed udito): abbagliamenti, indebolimento della vista, amaurosi, ambliopia, ronzio auricolare, sordità;
sull’apparato muscolare: fatica per gli sforzi più leggeri, bisogno continuo di riposare, mollezza delle carni, paralisi generale o parziale.


Trattamento dell’Onanismo

Planche de Paul Avril, in De Figuris Veneris. Manuel d’érotologie classique, 1906

Se possibile, bisogna scoprire quali sono le occasioni che portano i giovani a portare le mani in queste regioni.
L’attenzione dei genitori dovrà concentrarsi sulle relazioni scolastiche e sociali dei figli con ammonizioni severe accompagnate da punizioni, se necessario, che facciano giustizia di questa cattiva tendenza.
Io consiglio di vestire i ragazzi e le ragazze con camicie molto lunghe, ed al bisogno di costringere le braccia in una canotta che si possa legare al dorso bloccando in questo modo i polsi.”


tratto da:
  • TRAITE’ PRATIQUE DES MALADIES DES VOIES URINARIES, ET DES ORGANES GENERATEURS DE L’HOMME ET DE LA FEMME” di Antoine Emile Jozan, Parigi 1862; pagg. 667-676

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.