Breve storia della pellagra

BREVE STORIA DELLA PELLAGRA

descrizione della pellagra fatta dal Netter.

La pellagra è una malattia causata dalla carenza o dal mancato assorbimento di vitamine del gruppo B, niacina (vitamina PP), o di triptofano, amminoacido necessario per la sua sintesi. Questa vitamina è presente in genere nei prodotti freschi: latte, verdure, cereali.

Essa è una patologia frequente tra le popolazioni che facevano esclusivo uso della polenta di mais come loro alimento base.
La pellagra è responsabile di un quadro clinico detto “delle tre D”: demenza, dermatite e diarrea.
Fra il XVIII ed il XIX secolo la pellagra ha colpito duramente le popolazioni delle zone rurali del nord Italia e in particolare quelle più povere del Veneto orientale e del Friuli.


una malattia carenziale

Nella foto la colonna di distillazione usata da Elvehjem per isolare la niacina.

Nel 1937, il biochimico Conrad Arnold Elvehjem (1901-1962) e i suoi colleghi dell’Università del Wisconsin-Madison riuscirono a dimostrare che l’acido nicotinico aveva la proprietà di guarire una malattia dei cani nota per la sua sintomatologia come “black tongue” (Lingua Nera), nota da tempo per essere equivalente alla pellagra umana. In quell’anno egli aveva identificato una molecola trovato nella carne fresca e nel lievito come una nuova vitamina, l’acido nicotinico, ora chiamato niacina.
Subito dopo la pubblicazione dell’articolo vennero riferiti anche i primi successi nel trattamento della pellagra umana attraverso la somministrazione dell’amide dell’acido nicotinico, chiamato perciò anche “fattore PP” (Pellagra Preventing).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *