Breve cronistoria della chirurgia dell’arteria carotide tra il settecento e l’ottocento

BREVE STORIA DELLA CHIRURGIA DELL’ARTERIA CAROTIDE TRA IL SETTECENTO E L’OTTOCENTO

I primi tentativi nel campo della chirurgia carotidea furono le procedure di ligatura eseguite per la riparazione di ferite traumatiche. Sebbene, come sappiamo, la storia della ligatura arteriosa risalga all’antichità, non c’è registrazione di un tentativo di ligatura dell’arteria carotidea fino all’ultima decade del XVIII secolo.
Jesse Thompson ritiene che il chirurgo inglese John Abernathy (3 aprile 1764 – 20 aprile 1831) possa essere stato colui che per la prima volta eseguì deliberatamente la ligatura della carotide. Il suo paziente stava perdendo sangue dall’arteria carotidea sinistra dopo essere stato incornato da una mucca. I tentativi di controllare l’emorragia erano falliti, e per tale ragione Abernathy ricorse alla ligatura. Il paziente morì 30 ore dopo. Abernathy fu uno dei più famosi pupilli di John Hunter.


la ligatura della carotide

John Abernathy (3 aprile 1764 – 20 aprile 1831)

David Fleming fu probabilmente il prima ad eseguire con successo la ligatura della porzione cervicale della carotide nel 1803. Il suo paziente aveva avuto una lesione traumatica. Fleming era a quel tempo un giovane chirurgo navale inglese con una scarsa esperienza clinica. Il paziente era una persona al servizio della nave da guerra Tournant che si era tagliato la gola in un tentativo di suicidio. Costui sembrava aver risposto bene alla compressione fino ad 8 giorni dopo l’incidente allorchè, durante un accesso di tosse, la carotide lesionata andò incontro ad un’importante perdita di sangue. L’ingegnosità del giovane Fleming salvò il pover uomo. Seppure privo di esperienza, ma avendo ben interpretato la direzione del flusso sanguigno, questo intrepido chirurgo incise la carotide sotto la ferita ed eseguì una ligatura intorno ad essa. Il diario di bordo riferisce che il paziente ebbe una convalescenza tranquilla.


una pratica operatoria sempre più comune

Astley Paston Cooper (Norfolk, 23 agosto 1768 – Londra, 12 febbraio 1841)

Da allora comparvero in letteratura numerosi report riguardanti la ligatura della carotide. Per il 1868 Pilz riuscì a raccogliere e registrare 600 casi di ligatura carotidea eseguiti come controllo dell’emorragia o riparazione di un aneurisma cervicale. La mortalità era alta con una percentuale di morte del 43%.
Sir Astley P. Cooper fu il primo ad eseguire la ligatura dell’arteria carotidea per un aneurisma cervicale. Egli effettuò la procedura due volte; la prima volta nel 1805 con insuccesso e la seconda nel 1808. Cooper riportò che il secondo paziente sopravvisse per altri 13 anni. Il dottor Valentine Mott (1785-1865), di Long Island, New York, elencò 51 ligature della carotide comune e 2 ligature della carotide interna. Mott fu un pioniere della chirurgia vascolare durante la prima metà del XIX secolo. Egli effettuò una ligatura simultanea di entrambe le carotidi, destra e sinistra, nel 1833. Si ritiene che William MacGill, del Maryland, sia stato il primo americano ad aver eseguito la ligatura di entrambi le arterie carotidi comuni. Ciò accadeva nel 1823.
Durante la prima metà del XIX secolo, la ligatura carotidea era eseguita anche per il trattamento dell’epilessia, psicosi e nevralgia del trigemino.


riferimenti:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *