Archie Brain e l’invenzione della maschera laringea

Archie Brain e l’invenzione della maschera laringea 

Il prototipo della maschera laringea inventata dal prof. Archie Brain

Archie Brain è un anestesista inglese nato il 2 luglio del 1942, inventore di svariati strumenti medici tra cui un dispositivo per assistere l’operatore durante la puntura venosa, un altro per prevenire l’ingombro da parte dei cavi dei carrelli degli anestetici, uno per dosare la pressione sulla cricoide durante l’intubazione endotracheale e persino un letto rotante utilizzabile in terapia intensiva per prevenire le lesioni da decubito.

Il dr. Brain, però, è conosciuto soprattutto per aver creato la maschera laringea (LMA Classic – Laryngeal Mask Airway) all’inizio degli anni ’80, invenzione che rappresenta la sua tredicesima domanda di brevetto accolta nel 1982. Allora egli lavorava presso l’unità di Anestesia del ‘London Hospital‘, a Whitechapel, Londra.


la maschera laringea

Il prof. Archie Brain è nato il 2luglio 1942 a Kobe, in Giappone.

La maschera laringea è un presidio medico-chirurgico sopraglottico sviluppato come sicura ed efficace alternativa alla maschera facciale o al tubo endotracheale utile in tutte quelle situazioni in cui la ventilazione a pressione positiva con maschera non risulti efficace o l’intubazione endotracheale non sia realizzabile o non abbia avuto successo.
Il prototipo di LMA venne creato con una mascherina nasale, utilizzata dal dr. Brain per l’anestesia durante gli interventi in chirurgia odontoiatrica, collegata ad una porzione di tubo.

Il nuovo dispositivo, da posizionare direttamente sull’aditus laringeo al di sopra della glottide, sarebbe servito a ventilare i polmoni senza l’utilizzo di un tubo endotracheale. Archie Brain, dopo i primi utilizzi, si rese conto della grande opportunità di poter applicare ottimamente la maschera laringea alla chirurgia della testa e del collo in quei pazienti che, a causa di anomalie anatomiche localizzate in quel distretto, avrebbero potuto presentare delle difficoltà di inserimento di un tubo endotracheale.


il prototipo in lattice

Il prof. Archie Brain in una fotografia del 2009.

Nel 1985 l’esperienza effettuata con il prototipo in lattice della maschera laringea aveva raggiunto i 4000 casi e sebbene la maschera laringea si era dimostrata efficace, tuttavia, rimaneva il limite rappresentato dal fatto che il dispositivo era comunque un prototipo e quindi bisognava trovare dei materiali nuovi di costruzione che consentissero una diffusione su larga scala.

La prima maschera laringea commerciale, costruita in silicone, venne lanciata nel Regno Unito nel dicembre 1987 e fu distribuita da ‘The Laryngeal Mask Company Limited’.

La maschera laringea, dalla sua introduzione, è stata usata oltre 300 milioni di volte in tutto il mondo per eseguire l’anestesia elettiva e per la gestione delle vie aeree in emergenza. Oltre 2.500 pubblicazioni e centinaia di studi clinici hanno testato e provato l’efficacia del presidio in numerose varietà di utilizzo.


Immagini del prototipo della maschera laringea di archie Brain tratte dall’articolo del 1983 “The Laryngeal Mask – a new concept in airway management
Bibliografia:

Articolo di Domenico Dentico

In figura (immagini dal web) il Prof. Archie Brain e il suo prototipo di LMA.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.