Antoine Lavoisier e la ‘combustione respiratoria’

antoine LAVOISIER E LA ‘COMBUSTIONE RESPIRATORIA’

“La respirazione è una combustione lenta di carbone analoga a quella operante nella lampada o in una candela accesa e, da questo punto di vista, gli animali che respirano sono realmente delle sostanze combustibili che bruciano e consumano sé stesse …
L’aria atmosferica fornisce l’ossigeno ed il calorico [quello che Lavoisier chiama ‘calorico’ è una sorta di principio formato da fluidi e gas che costituiscono la materia del calore]; ma dal momento che, nella respirazione questa è la stessa sostanza dell’animale, il sangue che fornisce il combustibile, se gli animali non rimpiazzano costantemente con l’alimento che perdono durante la respirazione, la lampada avrebbe una mancanza d’olio, e gli animali perirebbero, proprio come la lampada si spegne quando rimane senza nutrimento”.

“L’acido carbonico si forma con la digestione, viene introdotto nella circolazione dal sistema linfatico, per raggiungere alla fine il polmone, e viene rilasciato dal sangue quando l’ossigeno si combina con questo (il sangue) attraverso un’affinità superiore”

Antoine-Laurent de Lavoisier (Parigi, 26agosto 1743 – Parigi, 8maggio 1794) e A. Séguin, “Premier Mémoires sur la respiration des animaux“.


nasce la parola ossigeno

I commenti di Lavoisier contengono per la prima volta la parola ‘ossigeno‘. Ciò che era stato nel corso della storia genericamente ed erroneamente chiamato con i termini ‘pneuma‘, ‘spirito‘, ‘flogisto‘, ecc., viene riconosciuto come un elemento chimico necessario alla respirazioni di oggetti inanimati ed animali viventi.


BREVE BIOGRAFIA

il dipinto di Jacques-Louis David del 1788, intitolato “Ritratto di Lavoisier con la moglie“. Il quadro è conservato al “Metropolitan Museum of Art” di  New York.

Antoine-Laurent de Lavoisier nacque a Parigi il 26agosto del 1743. Egli è uno dei più importanti personaggi della storia della scienza: enunciò la prima versione della legge di conservazione della massa nel 1789 (in una reazione chimica la massa delle sostanze di partenza o reagenti deve essere uguale alla somma della massa delle sostanze che si ottengono o prodotti), riconobbe e battezzò l’ossigeno (1778) e l’idrogeno (1783), confutò la teoria del flogisto ed aiutò a riformare la nomenclatura chimica.
A causa del suo ruolo di funzionario fiscale, venne però considerato coinvolto con la monarchia deposta dalla Rivoluzione francese, cosa che gli costò la vita: Lavoisier venne infatti accusato di tradimento, condannato a morte e ghigliottinato l’8maggio del 1794.

Universalmente riconosciuto come il “padre della chimica“, Lavoisier è stato anche il primo a scoprire la stretta relazione esistente fra combustione e respirazione polmonare mettendo in rilievo il ruolo svolto dall’aria in ambedue i processi.


IL PADRE DELLA CHIMICA ORGANICA

La moglie, Marie-Anne Paulze Lavoisier (Montbrison, 20gennaio 1758 – Parigi, 10febbraio 1836), fu una preziosa collaboratrice che svolse un ruolo centrale nella traduzione di numerosi lavori scientifici ed fu determinante per la standardizzazione del metodo scientifico del marito.


riferimenti:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.