Addio ad un grande neurochirurgo stroncato dal COVID

Addio ad un grande neurochirurgo stroncato dal COVID

Il dottor James T. Goodrich è morto il 30 marzo 2020 all’età di 73 anni per le complicanze da COVID-19.

James T. Goodrich aveva conseguito il baccalaureato presso la University of California di Irvine e i suoi master, PhD e MD presso la Columbia University. Completò la sua specializzazione all’Ospedale Presbiteriano di New York. Goodrich ha servito come marine nella guerra del Vietnam. Era noto soprattutto per le sue separazioni di gemelli siamesi nel 2004 e nel 2016.

James T. Goodrich era direttore della divisione di neurochirurgia pediatrica e professore di Chirurgia neurologica clinica, pediatria, chirurgia plastica e ricostruttiva presso l’Albert Einstein College of Medicine.

Il dottor Goodrich ha anche conseguito il titolo di Professore di Chirurgia neurologica presso l’Università di Palermo. Egli aveva un interesse particolare per le anomalie cranio-facciali complesse essendo un membro centrale del Centro craniofacciale di Montefiore. È stato autore di numerosi capitoli di libri e articoli sull’argomento ed era noto a livello internazionale come maestro sull’argomento.


Anias E Jadon McDonald

Anias e Jadon McDonald, prima e dopo l’intervento chirurgico.

L’8 novembre 2016 i gemelli Anias e Jadon McDonald, di 13 mesi, vengono separati al “Montefiore Medical Center” nel Bronx. I gemelli erano nati perfettamente sani ma condividevano una grossa porzione di cranio (gemelli craniopagi). L’operazione durò 27 ore e coinvolse un team di 40 medici. Per prepararsi il dott. Goodrich realizzò un modello 3D, programmando e dividendo le varie fasi dell’intervento.

I gemelli erano nati il 9 settembre del 2015. Meno di un anno dopo essere stati separati, tornarono a casa nella loro casa nella Contea di Orange a New York per vivere con i genitori, Nicole e Chrisitian, e il fratello maggiore, Aza. A casa, ricevono 20 ore di riabilitazione domiciliare settimanale.


vedi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.