Un’anatomista ed artista: Marie Biheron

UNA LEGGENDA DELL’ANATOMIA: MARIE BIHERON

‘Marie Catherine Biheron realizza modelli di parti del corpo assolutamente realistici. E non si rompono. Non rivela di che materiale sono fatti, anche se sembra che fossero fatti di cera mescolata con qualcosa. ‘

[Jakob Jonas Björnståhl a Carl Linnaeus]


modello anatomico di corpo femminile in cera chiamato ‘Venerina

Marie Marguerite Bihéron (17novembre 1719 – 18giugno 1795) fu un’anatomista francese, conosciuta per le sue illustrazioni mediche ed i modelli anatomici in cera.
Figlia di uno speziale, studiò disegno presso il Giardino Reale e con Madeleine Basseporte, della quale sono rimaste alcune raffigurazioni anatomiche.
Per procurarsi i cadaveri per gli studi anatomici, Bihéron fu costretta a cercarli tra corpi rubati di militari morti. Frustrata dalla loro rapida putrefazione, e su suggerimento di Basseporte, Bihéron rivolse la sua attenzione verso la composizione di modelli anatomici in cera. Il centro per il modellismo in cera era Firenze e i modellisti erano generalmente uomini. Tuttavia, a metà del 1700 Marie Marguerite Bihéron divenne famosa a Parigi come anatomista autodidatta che espose la sua collezione di modelli anatomici in cera come un gabinetto di curiosità nella sua casa vicino alla Sorbona.


anatomista ed artista

“Weeping Woman” di Amé Bourdon, pubblicato per la prima volta nel 1678. Courtesy of the National Library of Medicine.

Il famoso medico Villoisin rimase impresso dai suoi lavori e ne promosse il lavoro.
Nel 1759 fu invitata a presentare le sue opere presso l’Academie Royale des Sciences.
I suoi modelli ottennero una fama internazionale, sia grazie alla sua accuratezza anatomica che all’espressione viva dei corpi, ed anche al fatto che i modelli non si scioglievano.
Bihéron non rivelò la composizione precisa del materiale usato ed era solito chiamare tutte le parti con nomi latini e greci.
Poichè in Francia alle donne non era consentito insegnare l’Anatomia, Marie Bihéron si trasferì in Gran Bretagna, dove ebbe tra i suoi allievi anche il celebre chirurgo ed anatomista John Hunter (Long Calderwood, 13febbraio 1728 – Londra, 16ottobre 1793).


tratto da:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *