Un maestro dell’anatomia Jean-Baptiste Marc Bourgery

UN MAESTRO DELL’ANATOMIA: JEAN-BAPTISTE MARC BOURGERY

una tavola dal ‘Trattato di Anatomia’ di Bourgery

Jean-Baptiste Marc Bourgery (1797 – 1849) fu un medico ed anatomista francese nativo di Orléans.
Nel 1815 iniziò i suoi studi a Parigi, dove seguì i corsi del celebre naturalista Jean Baptiste Lamarck (1744–1829).
Dal 1817 al 1820 praticò l’internato in diversi ospedali parigini. Dopo aver lavorato per alcuni anni come ufficiale medico nelle fonderie di rame a Romilly-sur-Seine, nel 1827 tornò a Parigi e ricevette il suo dottorato in Medicina.
Nel 1830 iniziò il suo lavoro “Traité complet de l’anatomie de l’homme comprenant la médecine operatoire“, un capolavoro di anatomia umana che venne pubblicato in otto volumi. Bourgery lavorò all’atlante fino alla sua morte e l’ultimo volume venne pubblicato postumo. Georges Cuvier, padre della anatomia comparata e paleontologia francese, che vide il piano dell’opera nel 1829, ne fece un elogio del primo tomo nel 1832.


Il trattato di anatomia

un’altra tavola dal ‘Trattato di Anatomia’ di Bourgery

Il lavoro finito contiene 2108 pagine e 726 litografie colorate a mano. Le illustrazioni furono eseguite da Nicolas-Henri Jacob (1782–1871), allievo del celeberrimo pittore Jacques-Louis David (1748–1825).

Le quattro parti in cui si articola il trattato di Bourgery si occupano di anatomia descrittivatecnica e anatomia chirurgica (sono affrontate nel dettaglio praticamente tutte le operazioni che venivano eseguite nella prima metà del XIX secolo), anatomia generaleembriologia e anatomia microscopica.

Le spettacolari litografie a grandezza naturale di Jacob dipinte a mano spiccano per la loro chiarezza, il colore e la piacevolezza estetica, riflettendo una combinazione di osservazione scientifica diretta in laboratorio e bellezza dell’illustrazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *