Un attacco alla sindrome di Brugada

Un attacco alla sindrome di Brugada

Carlo Pappone (nella foto) e lo stesso Josep Brugada, a Milano, hanno introdotto una tecnica di mappaggio cardiaco ed ablazione in radiofrequenza del substrato epicardico che sta alla base di questa condizione genetica, la quale causa alterazione dell’elettrocardiogramma e aritmie fatali.
In un articolo pubblicato nell’agosto 2015 sulla rivista “Circulation: Arrhythmia and Electrophysiology” i due ricercatori hanno affermato che l’ablazione del substrato può normalizzare l’elettrocardiogramma, ma soprattutto eliminare il fenotipo della Sindrome di Brugada e dare speranza per la sconfitta di questa condizione particolare che induce morte cardiaca improvvisa.


vedi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *