Sulla malattia da graffio di gatto

SULLA MALATTIA DA GRAFFIO DI GATTO

eruzione cutanea nella malattia da graffio di gatto al dodicesimo giorno del caso clinico descritto da Greer e Keefer.

Nel 1951, a Boston, i dottori William Greer e Chester Keefer fornirono un’accurata visione di insieme di una malattia, in precedenza, non riportata nella letteratura in lingua inglese.
Essi riportarono il caso di un giovane affetto dal malattia da graffio di gatto, una patologia sorprendente in cui “non vi erano caratteristiche cliniche o reperti laboratoristici … l’agente infettivo non era stato ancora identificato; esso era probabilmente un virus.
Gli autori spiegarono che la malattia da graffio di gatto, apparentemente causata da morso o graffio di gatto e caratterizzata da febbre, rash cutaneo ed ingrandimento linfonodale, era stata identificata per la prima volta in Francia, come “la maladie des griffes de chat.”


breve storia della malattia e della bartonella

linfoadenopatia sottomascellare sinistra del caso clinico descritto da Greer e Keefer.

Sebbene dovettero passare quaranta anni prima che la causa della malattia da graffio di gatto venisse identificata nella “Bartonella henselae“, questo articolo del 1951 aiutò a caratterizzare la malattia come entità nosologica unica.

Sintomi simili alla malattia da graffio di gatto furono descritti per la prima volta dal neuro-oftalmologo francese Henri Parinaud (1844-1905) nel 1889 e la sindrome clinica fu descritta per la prima volta nel 1950 dal pediatra francese Robert Debré (1882-1978). Nel 1983, il metodo di colorazione “Warthin–Starry stain” fu usato per scoprire un bacillo Gram-negativo che fu chiamato Afipia felis nel 1991 dopo essere stato coltivato e isolato con successo. L’organismo che causa la malattia da graffio di gatto fu originariamente ritenuto l’Afipia felis, ma ciò fu smentito dagli studi immunologici negli anni ’90 che hanno dimostrato che i pazienti con febbre da graffio di gatto hanno sviluppato anticorpi contro altri due organismi, la Bartonella henselae (originariamente nota come Rochalimea henselae prima dei generi Bartonella e Rochalimea furono combinati) e la Bartonella clarridgeiae, che è un batterio Gram-negativo a forma di bastoncino.


vedi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *