Il professor Kussmaul ed il mangiatore di spade

LA PRIMA ESOFAGOSCOPIA CON TUBO RIGIDO

 

il dr Kussmaul ‘esamina’ il mangiatore di spade

La prima menzione nota di un “inghiottimento di spada” in letteratura medica è quella di un mangiatore di spade professionista conosciuto semplicemente con il nome “Der Eiserne Heinrich” (“Enrico l’Uomo di Ferro”), che durante la visita al Wolfshöhle Gasthof und Brauerie di Friburgo, in Germania, nel 1868 , diede una dimostrazione di inghiottimento di una spada così come testimoniato da un medico locale di Friburgo. Il dottor Keller rimase affascinato dall’azione e persuase l’inghiottitore di spade a visitare la sua clinica e ne esaminò la gola con uno specchio laringeo. Un altro collega, il dottor Julius Müller, esaminò Enrico l’Uomo di Ferro e suggerì al suo professore che l’inghiottitore di spade avrebbe potuto essere un oggetto ideale per eseguirne un’esofagoscopia.


il dr kussmaul

Adolf Kussmaul (1822-1902)

Il suo professore, il Dr. Adolf Kussmaul (1822-1902), osservò con attenzione l’inghiottitore di spade. Essendo particolarmente interessato al modo in cui egli posizionava la testa in maniera diritta per il passaggio della lunga spada, decise di esaminarlo lui stesso.  A questo scopo, il dottor Kussmaul affidò al signor Fischer, un produttore locale di strumenti musicali, la costruzione di tubi di 47 cm di lunghezza e 13 mm di diametro, uno rotondo e l’altro ellittico nella forma. I tubi erano dotati di pomelli in legno conico per facilitarne l’inserimento. Utilizzando il tubo diritto, degli specchi e una lampada a benzina, Kussmaul ispezionò l’esofago e il fundus dello stomaco, eseguendo così la prima esofagogastroscopia di successo nel 1868, grazie alla disponibilità dell’inghiottitore di spade.


una tecnica ancora ingombrante

l’endoscopio rigido del dr Kussmaul

L’inghiottitore di spada tollerò i tubi lunghi, ma l’esame fu deludente poiché la luce era troppo debole per illuminare il campo visivo lontano dalla sorgente. Inoltre, nonostante il lavaggio dello stomaco, il fluido che si raccoglieva continuamente intorno al tubo  ostacolava la vista dell’organo.
Dopo una notevole sperimentazione, Kussmaul e Müller riuscirono a migliorare la luminosità del loro endoscopio e successivamente esaminarono un gran numero di pazienti. Comunque, Kussmaul fu così contento del suo primo successo che prese con sé l’inghiottitore di spade per eseguire delle dimostrazioni in varie cliniche, e successivamente arruolò altri inghiottitori di spade per la loro capacità di rilassare volontariamente il muscolo cricofaringeo e formare una linea retta dalla faringe allo stomaco , consentendo il passaggio del rigido endoscopio.

Kussmail fu professore di Medicina a Heidelberg (1857), Erlangen (1859), Freiburg (1859) e Strassburg (1876). Oggi Kussmaul è riconosciuto come lo sviluppatore del primo endoscopio rigido. 


tratto da:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *