Nina Starr Braunwald, la prima donna cardiochirurgo

LA PRIMA DONNA CARDIOCHIRURGO

(a sinistra) la dottoressa Starr Braunwald mentre opera assistita dal dr Morrow (a destra)

L’11marzo 1960, la trentaduenne dottoressa newyorkese Nina Starr Braunwald (moglie di Eugene Braunwald), allieva del cardiochirurgo Charles Hufnagel (15agosto 1916 – 31maggio 1989), assistita da un altro celebre cardiochirurgo, il dott. Andrew Morrow, eseguì la prima sostituzione valvolare mitralica di successo al mondo in una paziente quarantaquattrenne affetta da insufficienza mitralica severa, presso la Clinica Chirugica del “National Institues of Health” (NIH) di Bethesda, Maryland. La paziente morì quattro mesi dopo l’intervento, probabilmente a causa di un’aritmia fatale.
La dottoressa Starr Braunwald (1928 – agosto 1992) eseguì l’intervento dopo aver sperimentato la valvola su 24 cani. La protesi valvolare innestata, chiamata “Braunwald-Morrow“, era stata congegnata dalla stessa dottoressa ed era formata da flap in poliuretano che svolgevano la funzione dei lembi valvolari e da nastri in teflon che svolgevano la funzione di corde tendinee.

la valvola ‘Braunwald-Cutter’

Nina Starr Braunwald 

In seguito ella sviluppò la valvola “Braunwald-Cutter“, una valvola meccanica ricoperta di tessuto sintetico, che fu impiantata con successo in migliaia di pazienti per tutto il corso degli anni sessanta e settanta del novecento.

Lavorando con Kenneth Moser alla UCSD (Università della California di San Diego), Nina Starr Braunwald svolse un ruolo fondamentale nello sviluppo della tromboendoarteriectomia, un trattamento chirurgico nell’ipertensione polmonare tromboembolica cronica (CTEPH).


BIBLIOGRAFIA:
  1. https://cfmedicine.nlm.nih.gov/physicians/biography_41.html
  2. Nina Braunwald: A Female Pioneer in Cardiac Surgery“; Nikhil Sabharwal (Tex Heart Inst J 2017;44(2):96-100)
  3. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2673090
  4. Nina Starr Braunwald: some reflections on the first woman heart surgeon“, DI Eugene Braunwald,
    DOI:https://doi.org/10.1016/S0003-4975(00)02397-3

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.